Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Innovazioni nel trattamento psicopedagogico dell'autismo: il metodo A.B.A

Nelle pagine che seguono viene ricostruita la storia e l'evoluzione della patologia autistica e i vari approcci teorici che sono stati adottati nel corso degli anni, passando in rassegna le varie modalita' di trattamento. Il Metodo A.B.A ( Applied Behavior Analysis) viene introdotto per la prima volta dal dottor Ivar Loovas e dai suoi colleghi dell'Università di California, Los Angeles, nel 1987. E' considerata una metodologia innovativa ed efficace che non mira al raggiungimento della completa guarigione del soggetto dallo spettro autistico, ma garantisce una riabilitazione educativa del soggetto affetto dalla patologia , attraverso un programma intensivo che avviene quotidianamente coinvolgendo tutte le persone che fanno parte della vita dell'individuo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa La scelta di scrivere una tesi sull’Autismo nasce da un mio profondo interesse nei confronti di questa patologia di cui ancora non si conoscono le cause e sulla quale sono stati compiuti e si compiono tuttora oggi numerosi studi. Nelle pagine che seguono ho cercato di ricostruire la storia e l’evoluzione di questa patologia e i vari approcci teorici che sono stati adottati nel corso degli anni, passando in rassegna le varie modalità di trattamento. A tal proposito,mi sono soffermata soprattutto sul METODO ABA, (Applied Behavior Analysis-Analisi Comportamentale Applicata). L’ABA viene introdotto per la prima volta dal dottor Ivar Loovas e dai suoi colleghi dell’Università di California, Los Angeles (UCLA) nel 1987. E’ considerata una metodologia innovativa ed efficace che non mira al raggiungimento della completa guarigione del soggetto dallo spettro autistico, né tanto meno offre inutili speranze che questo possa accadere, ma garantisce una riabilitazione educativa del soggetto affetto dalla patologia, attraverso un programma intensivo che avviene quotidianamente coinvolgendo tutte le persone che fanno parte della vita dell’individuo. Con l’intervento comportamentale sono stati raggiunti risultati positivi ma ancora oggi vi sono pregiudizi e preconcetti sulla sua validità e vi è la convinzione da parte di alcuni critici che questo trattamento possa nuocere ai soggetti con autismo,in quanto è considerato troppo “meccanicistico” e responsabile di trasformare coloro che lo utilizzano, in “piccoli robot”. Un metodo perfetto, in grado di offrire uno stile di vita migliore o addirittura capace di sciogliere la diagnosi autistica non è stato ancora messo a punto ma, fino ad oggi, la ricerca scientifica ha evidenziato che il metodo Loovas ha raggiunto i risultati più significativi sui bambini affetti dalla patologia autistica. Nel manuale di Catherine Maurice, “Intervento precoce per bambini con autismo”, viene riportata una frase dello stesso Loovas che sembra racchiudere il 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Rosalba Pistillo Contatta »

Composta da 62 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9228 click dal 04/02/2013.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.