Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il metodo dell'e-learning nell'ambito del processo formativo. L'esempio del progetto “SIFOL FVG”

Con questa tesi si tratterrà il tema della formazione del personale come strumento per conseguire un vantaggio competitivo, approfondendo particolarmente il metodo e-Learning, riguardante la Formazione a Distanza.
Nel primo capitolo s’introdurrà il tema della formazione, fornendo la definizione di attività formativa, indicandone le finalità e il modo di agire sul capitale umano. In questo modo si porrà l’attenzione su come vi siano due differenti tipi di trasformazione che si possono effettuare (debole e forte), a cui corrispondono rispettivamente, un’attività formativa basata sull’addestramento o una basata sulla formazione in senso stretto. Si proseguirà poi ragionando in merito all’attività formativa, ovvero se questa possa essere ritenuta una particolare forma d’investimento o un costo non indifferente che incide sul patrimonio aziendale, pur tenendo conto che è indispensabile formare continuamente il personale, altrimenti si correrebbe il rischio di depauperamento del capitale umano. A conclusione del capitolo si darà una breve rappresentazione dell’attuale situazione delle attività formative in Italia.
Nel secondo capitolo si analizzerà l’articolazione di un tipico processo formativo, evidenziandone le quattro fasi principali. La prima fase tratterà l’analisi dei fabbisogni formativi (organizzativi, professionali e individuali), al fine di verificare i problemi che emergono e quindi creando una base di sviluppo delle fasi successive. Nella seconda fase si prosegue progettando il programma formativo, analizzando l’ambiente per l’apprendimento (sia come situazione organizzativa sia come motivazione individuale), predisponendo gli obiettivi da conseguire, scegliendo i docenti e i destinatari. La terza fase prevede l’attuazione del programma individuando il metodo più consono, in base alle esigenze evidenziate in precedenza. Infine, l’ultima fase consiste nella valutazione di quanto fatto in tre momenti: prima di compiere l’investimento (valutazione ex-ante), durante lo svolgimento del processo (valutazione in itinere) e alla fine del processo (valutazione ex-post).
Nel terzo capitolo si tratterrà ampliamente dell’e-Learning, quale strumento utilizzato per svolgere il processo formativo, partendo con la definizione data dalla CE e ripercorrendo brevemente le tre tappe della Formazione a Distanza (FaD), ponendo l’accento sulle caratteristiche tipiche di tale strumento. Si sono poi rilevati gli aspetti più tecnici del processo: piattaforme, Learning Object (LO) e certificazioni necessarie. In seguito si analizza il processo di realizzazione dell’e-learning, soprattutto per quanto concerne l’aspetto economico, ma non solo. Infine si fornisce una rappresentazione di come s’inserisce tale corso e-Learning in una situazione aziendale, analizzandone le peculiarità. In ultima battuta si procederà con una sommaria definizione della variante di blended learning, ossi di un approccio “misto” che prevede l’integrazione della lezione frontale alla formazione on-line.
Nel quarto e ultimo capitolo si fornirà un piccolo esempio di realizzazione di un corso e-Learning, a sostegno di quanto detto nei capitoli precedenti. Verrà qui presentato il progetto SIFOL FVG, realizzato nel 2008-2009 dallo IAL FVG, con la partecipazione dell’Enaip FVG.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Con questa tesi si tratterrà il tema della formazione del personale come strumento per conseguire un vantaggio competitivo, approfondendo particolarmente il metodo e- Learning, riguardante la Formazione a Distanza. Nel primo capitolo s’introdurrà il tema della formazione, fornendo la definizione di attività formativa, indicandone le finalità e il modo di agire sul capitale umano. In questo modo si porrà l’attenzione su come vi siano due differenti tipi di trasformazione che si possono effettuare (debole e forte), a cui corrispondono rispettivamente, un’attività formativa basata sull’addestramento o una basata sulla formazione in senso stretto. Si proseguirà poi ragionando in merito all’attività formativa, ovvero se questa possa essere ritenuta una particolare forma d’investimento o un costo non indifferente che incide sul patrimonio aziendale, pur tenendo conto che è indispensabile formare continuamente il personale, altrimenti si correrebbe il rischio di depauperamento del capitale umano. A conclusione del capitolo si darà una breve rappresentazione dell’attuale situazione delle attività formative in Italia. Nel secondo capitolo si analizzerà l’articolazione di un tipico processo formativo, evidenziandone le quattro fasi principali. La prima fase tratterà l’analisi dei fabbisogni formativi (organizzativi, professionali e individuali), al fine di verificare i problemi che emergono e quindi creando una base di sviluppo delle fasi successive. Nella seconda fase si prosegue progettando il programma formativo, analizzando l’ambiente per l’apprendimento (sia come situazione organizzativa sia come motivazione individuale), predisponendo gli obiettivi da conseguire, scegliendo i docenti e i destinatari. La terza fase prevede l’attuazione del programma individuando il metodo più consono, in base alle esigenze evidenziate in precedenza. Infine, l’ultima fase consiste nella valutazione di quanto fatto in tre momenti: prima di compiere l’investimento (valutazione ex-ante), durante lo svolgimento del processo (valutazione in itinere) e alla fine del processo (valutazione ex-post). Nel terzo capitolo si tratterrà ampliamente dell’e-Learning, quale strumento utilizzato per svolgere il processo formativo, partendo con la definizione data dalla CE e ripercorrendo brevemente le tre tappe della Formazione a Distanza (FaD), ponendo l’accento sulle caratteristiche tipiche di tale strumento. Si sono poi rilevati gli aspetti più tecnici del processo: piattaforme, Learning Object (LO) e certificazioni necessarie. In seguito si

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Valentina De Nadai Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 556 click dal 30/01/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.