Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Immaginazione. Il suo ruolo nel mondo reale del bambino

Questa tesi nasce dall’interesse personale di analizzare quelli che possono essere i bisogni cognitivi del bambino e dal cercare di definire il ruolo dell’immaginazione nel mondo reale. La ricerca si è soffermata ad analizzare quelli che sono i termini che l'immaginazione chiama a se: creatività, invenzione e fantasia.Inoltre analizza i rapporti che si creano tra il bambino, il mondo esterno e l'intelligenza.Vengono anche esaminati gli errori e le mancanze degli adulti. Infine sono stati suggeriti alcuni strumenti atti a sviluppare l'immaginazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Questa tesi nasce dall’interesse personale di analizzare quelli che possono essere i bisogni cognitivi del bambino e dal cercare di definire il ruolo dell’immaginazione nel mondo reale. La tesi si suddivide in quattro capitoli: il primo chiarifica la definizione di B. Munari(1) nel libro “Fantasia”, dei quattro termini creatività, fantasia, invenzione ed immaginazione; il secondo capitolo cerca di dimostrare qual è il rapporto bambino-mondo esterno e come il suo mondo reale può unirsi con quello immaginario; il terzo capitolo esamina gli errori e le mancanze degli adulti nei confronti dello sviluppo dell’immaginazione infantile e consiglia come suscitare in lui interesse ed entusiasmo; il quarto ed ultimo capitolo suggerisce l’utilizzo di strumenti adeguati a stimolare l’immaginazione come la fiaba, i fumetti e il gioco.

Laurea liv.I

Facoltà: Beni culturali

Autore: Serena Scardicchio Contatta »

Composta da 55 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4575 click dal 30/01/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.