Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le politiche a sostegno della Ricerca e Sviluppo e dell'Innovazione in Europa

Il ruolo cruciale dell’innovazione tecnologica nello stimolare la produttività e la crescita economica è stato ampiamente riconosciuto da economisti e politici.Un aspetto importante della valutazione degli effetti delle politiche di incentivo all'innovazione riguarda la verifica della presenza o meno, e dell’entità, di “effetti addizionali” del finanziamento pubblico sugli investimenti tecnologici delle imprese. Obiettivo del presente lavoro è, come primo passo, individuare attraverso una meta-analisi della letteratura contemporanea, l'efficacia di questo tipo di politiche in cinque grandi paesi europei Italia, Germania, Francia, Finlandia, Regno Unito, a questo scopo sono stati raccolti e tradotti i più importanti studi di valutazione delle politiche per la R&S e l'innovazione per ciascun paese e messi a confronto. Successivamente sono stati individuati i principali ostacoli a questo tipo di politiche utilizzando in maniera innovativa dei particolari indicatori del Community Innovation Survey (sondaggio effettuato dall'Eurostat che raccoglie dati a livello di impresa), attraverso una regressione lineare. I risultati hanno portato ad importanti spunti di riflessione.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Il ruolo cruciale dell’innovazione tecnologica nello stimolare la produttività e la crescita economica è stato ampiamente riconosciuto da economisti e politici. Nel breve periodo, caratterizzato da profonde incertezze sulle prospettive economiche a livello globale e finanze pubbliche limitate, sostenere l’innovazione tecnologica è un compito arduo. Più che mai è necessaria una strategia definita per ciascun Paese così da sfruttare i suoi vantaggi comparati e potenziale innovativo. «Le politiche a sostegno delle attività di ricerca e innovazione delle imprese hanno diverse motivazioni, tra le quali quelle che hanno carattere più generale sono: il riconoscimento della centralità assunta della “conoscenza” come fattore alla base della crescita e competitività dei sistemi economici; la presenza di varie tipologie di fallimento di “mercato” e di “sistema” nei processi di generazione e diffusione delle conoscenza; la necessità di far fronte a ritardi strutturali e tecnologici di particolari tipologie di imprese, settori industriali e aree territoriali in un contesto competitivo caratterizzato da forti e crescenti divari nelle capacità tecnologiche e nella dotazione di capitale umano. Fondamentale è riuscire a quantificare o quantomeno individuare gli effetti di queste politiche. La valutazione dell’impatto degli incentivi all’innovazione è tuttavia un’operazione estremamente complessa e ricca di difficoltà metodologiche. Essa richiede altresì la predisposizione di sistemi di monitoraggio ad hoc, e l’utilizzo di dati sia di tipo amministrativo, sui finanziamenti erogati dalle diverse istituzioni, sia economici e tecnologici relativi alle strategie e prestazioni delle imprese destinatarie degli incentivi. Un aspetto importante della valutazione degli effetti delle politiche di incentivo all’innovazione riguarda la verifica della presenza o meno, e dell’entità, di “effetti addizionali” del finanziamento pubblico sugli investimenti tecnologici delle imprese. Questo è il terreno su cui si è cimentata la gran parte della letteratura. La maggior parte degli studi empirici si è concentrata in particolare sulla stima degli effetti del finanziamento pubblico sulle attività di Ricerca e Sviluppo (R&S) delle imprese, utilizzando sia dati aggregati che dati a livello settoriale e di impresa. I risultati di questi studi non sono univoci e in qualche misura dipendono dalla metodologia utilizzata, la disponibilità e qualità dei dati, e il livello di aggregazione dell’analisi.»* Scopo del presente lavoro è quello di indagare quali sono le principali politiche a sostegno della R&S in Europa, individuarne gli effetti tramite una meta-analisi degli studi empirici di valutazione delle politiche di sostegno alla

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Florinda Micara Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3249 click dal 04/02/2013.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.