Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le nuove frontiere della comunicazione: dalla carta stampata al web 2.0 una ricerca tra gli studenti universitari di Bologna

La comunicazione è un fattore indispensabile per la vita di ognuno. E' la base fondante delle relazioni tra le persone che portano a creare un sistema sociale. Nel tempo il modo di comunicare è mutato, ed è stato espresso da diversi mezzi di massa. Dalla carta stampata alla radio, passando per la televisione fino ad arrivare al web. ultima frontiera della comunicazione. Gli studenti universitari come utilizzano il new media?

Mostra/Nascondi contenuto.
Le nuove frontiere della comunicazione 1 Le nuove frontiere della comunicazione : dalla carta stampata al web 2.0 Premessa I media ai giorni d’oggi non sono tanto una novità. Oramai sono entrati a far parte della nostra vita quotidiana, sono il motore delle relazioni sociali, le basi fondanti della nostra società. La discussione pubblica, nell’accezione ampia del termine, si è in gran parte trasferita dai luoghi tradizionali di incontro, come le piazze o i caffè, alle arene mediatiche. I mezzi di comunicazione come internet, ma anche la stessa tv, sono capaci di offrire una conoscenza mediata degli avvenimenti, anche se accaduti dall’altra parte del globo. Infatti una delle principali caratteristiche dell’età della comunicazione di massa è che siamo sempre più a contatto con rappresentazioni mediate di un complesso mondo fisico e sociale e non soltanto con le caratteristiche oggettive del nostro ristretto ambiente personale. La società mediale ha conosciuto in questi anni due grandi trasformazioni: 1. continuo aumento dell’offerta, ovvero una sorta di alluvione comunicazionale; 2. vasto e profondo mutamento dei valori di riferimento e delle tematiche di maggiore interesse e significato collettivo. Era il lontano 30 ottobre 1938 e Orson Welles raccontava per radio di un'invasione di alieni che si consumava davanti ai suoi occhi. Molti radioascoltatori - malgrado gli avvisi trasmessi prima e dopo il programma - non si accorsero che si trattava di una finzione, credendo che stesse veramente avvenendo uno sbarco di extraterrestri ostili nel territorio americano. Era solo un pezzo tratto dal romanzo di fantascienza “La guerra dei mondi”, ma dimostrò come i mezzi di comunicazione di massa iniziassero a prendere piede, misurandone il potere e l'influenza.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessio Cuomo Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1129 click dal 12/02/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.