Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ripensare la fiaba tramite l'impiego delle nuove tecnologie didattiche

In questo lavoro si vogliono raggiungere due obiettivi: da un lato si intende dimostrare che Internet può essere uno strumento educativo, vedendo in che modo le tecnologie possono essere implementate nella didattica della scuola primaria; dall'altro lato si intende dimostrare mediante delle esperienze reperite in rete che la scuola può servirsi di strumenti del passato (in questo caso le fiabe) per affrontare il cambiamento verso la tecnologia.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione "Le fiabe servono soprattutto alla formazione della mente: di una mente aperta a tutte le direzioni del possibile. Toccano, nel bambino, la molla dell'immaginazione: una molla essenziale alla formazione di un uomo completo." G. Rodari La fiaba, nonostante le sue antiche origini, continua a essere riconosciuta come uno strumento educativo utile alla crescita psicologica, emotiva, relazionale, morale e immaginativa del bambino. A partire dall'avvento dei primi mass media, sopratutto con la televisione e la trasmissione di cartoni animati, la fiaba ha modificato il suo ruolo, passando dall'essere ascoltata all'essere vista in televisione; in questi ultimi anni, con il boom dei nuovi mezzi di comunicazione di massa e con una maggiore accessibilità e portabilità di Internet, la fiaba cambia ancora; Internet -assieme a tutti i nuovi media- è visto da tanti come un possibile strumento educativo, sopratutto dopo la nascita di quello che viene definito web 2.0, che offre a tutti la possibilità di partecipazione ed espressione, e porta ad essere non solo spettatori, ma partecipatori attivi del web. A sostegno di chi vede Internet come strumento educativo N. Negroponte 1 afferma che: «E’ internet il vero promotore di pace, anzi, come dico da sempre è “un’arma di educazione alla pace”, perché ha più voce in assoluto sulla pace lui che qualsiasi altro, tutti leggono internet! Internet merita il Nobel per la Pace. Ogni problema globale ha una soluzione che viene dall’educazione. E in molti casi la soluzione è l’educazione stessa. Se si possono dare laptop connessi a Internet alle scuole di tutti i Paesi, si possono migliorare le condizioni di vita. L’ educazione è il mio modo di combattere il terrorismo». In questo lavoro si cercherà di dimostrare come la fiaba e Internet, così diversi tra loro, in quanto la fiaba col suo “c'era una volta” rimanda al passato, mentre Internet apre le porte verso il futuro, ma anche così simili in quanto entrambi prodotti della mente umana, possano, insieme, fare da ponte tra passato e futuro, aiutando la scuola a superare il “grande cambiamento” verso la tecnologia (che la società ha già affrontato), aprendola all'attualità ma lasciandole allo stesso tempo 1 Nicholas Negroponte (New York City 1-12-1943) è un informatico famoso per i suoi studi nel campo delle interfacce tra uomo e computer, è co-fondatore di MediaLab e autore del libro Being Digital. 7

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giovanna Pinna Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4582 click dal 12/02/2013.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.