Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L’Allenamento della forza con volano inerziale: caratterizzazione meccanica e monitoraggio del periodo di apprendimento

Gli esercizi per lo sviluppo della forza muscolare eseguiti con volano inerziale (FW) sono recentemente proposti nell’allenamento come alternativa agli esercizi con pesi liberi (PL), ma non si conoscono con precisione le caratteristiche di questo innovativo strumento.
Obiettivi. Gli obiettivi di questa tesi sono stati: 1) descrivere l’espressione di forza nell’esercizio svolto con FW; 2) caratterizzare il periodo di apprendimento necessario ad utilizzare il FW; 3) confrontare la prova su FW con quella PL.
Metodi. Sei atleti hanno svolto un periodo di allenamento di cinque settimane, tre volte a settimana, eseguendo l’esercizio di Hip Belt Squat. Il carico è aumentato nel corso del tempo, durante tutte le sessioni è stata misurata la forza espressa sulla cinghia di collegamento tra il soggetto e il volano.
Risultati. 1) Il picco di forza registrato su FW è risultato maggiore nella face concentrica (CONC) rispetto a quella eccentrica (ECC) (CONC: 1931 N; ECC: 1732 N; Wilcoxon p=0,06). 2) Il periodo di allenamento ha mostrato un’ampia variabilità intersoggetto, tale da non poter definire un trend univoco nell’apprendimento dell’esercizio. 3) Il picco di forza è risultato maggiore su FW rispetto ai PL sia in fase ECC (FW: 1732 N; PL: 1079 N; Wilcoxon p=0,12) sia in fase CONC (FW: 1931; PL 1132 N; p=0,12).
Conclusioni. L’esercizio svolto con il volano richiede espressioni neuromuscolari diverse, per durata e intensità, da quello eseguito con pesi liberi (maggiori espressioni di forza) e necessita di un periodo di apprendimento di lunghezza dipendente dalle capacità individuali.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 1.INTRODUZIONE Negli ultimi dieci anni sono stati introdotti nel mondo dell’allenamento sportivo, i dispositivi volano inerziali (Flywheel, FW), come metodologia alternativa ai pesi o alle macchine convenzionali per il miglioramento della forza e della potenza muscolare. L’introduzione dell’esercizio con FW nell’allenamento sportivo ha permesso di conoscere meglio questo nuovo metodo di allenamento della forza che prevede delle azioni muscolari dinamiche eccentriche-concentriche con una resistenza inerziale accomodante lungo tutto l’arco di movimento e un presunto sovraccarico eccentrico. Nel mondo sportivo è sempre più noto che l’allenamento eccentrico si pone come metodo preventivo e adattativo fondamentale in diverse attività motorie. ¨ stato provato infatti che le azioni eccentriche dei muscoli generano una forza maggiore e sottopongono i muscoli a danni più severi di quanto non accada con azioni concentriche. Inoltre è stato accertato che gli infortuni muscolari spesso avvengono durante rapide azioni eccentriche, ovvero quando un muscolo contratto viene improvvisamente allungato. Un possibile vantaggio dell’allenamento su FW è da associare in parte al principio di funzionamento di questo dispositivo, che consiste nel mettere in movimento un volano attraverso un’azione muscolare concentrica e quindi farlo decelerare con un’azione muscolare eccentrica. I costruttori del volano affermano che eseguendo un movimento eccentrico su un arco inferiore e quindi con uno sforzo muscolare più intenso rispetto all’azione concentrica, si otterrebbe il cosiddetto sovraccarico eccentrico. Un altro possibile vantaggio dei dispositivi iso-inerziali, avanzato dai costruttori, è quella di poter auto-regolare la resistenza, in quanto il volano adatta l’inerzia che oppone in modo proporzionale alla forza esercitata. Questo non accade nell’allenamento con pesi o macchine convenzionali, che oppongono una resistenza costante, equivalente al carico. Per tali ragioni l’esercizio con FW è stato associato a diversi benefici come la prevenzione degli infortuni muscolari e il miglioramento della prestazione neuromuscolare. Tenendo conto di queste indicazioni generali il nostro lavoro ha indagato alcuni aspetti dell’esercizio su FW, sottoponendo un gruppo di atleti, praticanti discipline in cui l’allenamento della componente eccentrica è altamente richiesto (sci e rugby), ad un protocollo di lavoro contenente esercizi su dispositivo iso-inerziale. In linee generali il nostro studio ha cercato di caratterizzare l’esecuzione dell’esercizio su FW (rapporto tra fase concentrica ed

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scuola Universitaria Interfacoltà in Scienze Motorie

Autore: Alfredo Genco Contatta »

Composta da 81 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1060 click dal 18/02/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.