Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il turismo urbano in provincia di Ragusa: l'organizzazione multipolare delle risorse per la competitività turistica del territorio

In questa tesi di geografia economica e turistica si è analizzato il territorio della provincia di Ragusa (Sicilia) da un punto di vista di analisi turistica e possibilità di sviluppo turistico, analizzando le risorse del territorio e come esse vengono sfruttate per produrre incrementi dei numeri turistici stessi sul territorio.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Il turismo è la pratica, l’azione, svolta da coloro che viaggiano e visitano luoghi a scopo di svago, conoscenza e istruzione. Secondo questa definizione, enunciata dall’Organizzazione Mondiale del Turismo (World Tourism Organisation, un dipartimento delle Nazioni Unite), è turista chiunque viaggi in luoghi diversi da quelli dove risiede abitualmente, al di fuori del proprio ambiente quotidiano, per un lasso di tempo di almeno una notte, ma non superiore ad un anno, ed il cui scopo abituale sia differente dall’esercizio di ogni attività remunerata all’interno del paese visitato. Con questi termini dunque andiamo ad inglobare tutti coloro che viaggiano per svago, per riposo, per vacanza, per semplice curiosità; oppure viaggiano per visitare parenti e/o amici lontani, o per motivazioni religiose o di pellegrinaggio e molto altro. Volendoci riflettere, il viaggio, lo spostarsi, il conoscere nuovi posti e differenti luoghi, è sempre stato nell’indole dell’uomo sin dall’antichità; basti pensare ai pellegrinaggi medievali o alle grandissime esplorazioni dei secoli successivi. Questo desiderio di arrivare a conoscere più possibile tutto ciò che lo circondava, con un raggio d’azione via via sempre più ampio, e che riuscisse ad appagare la propria innata curiosità e potersi costruire una visione d’insieme del mondo a cui apparteneva è da sempre stato un desiderio latente nell’animo umano. Quello che noi oggi chiamiamo turismo – cioè il viaggio organizzato e di massa – ha comunque una data di origine certa ed un inventore ben determinato. Il 5 luglio 1841, tale Thomas Cook,

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giovanni Spataro Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 508 click dal 25/02/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.