Skip to content

La Strategia Nucleare in Europa negli anni Sessanta

Informazioni tesi

  Autore: Antonio De Gregorio
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Luigi  Bonanate
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 176

Il titolo “La strategia nucleare in Europa negli anni sessanta” non va inteso esclusivamente come l’insieme delle dottrine sull’utilizzo delle armi nucleari in un’ipotetica guerra atomica contro le forze del Patto di Varsavia, bensì va inteso in senso più ampio, perché essendo l’arma atomica l’ago indiscusso della bilancia che pesò tutte le questioni più rilevanti della politica internazionale, essa condizionò tutte le varie mosse, tutti gli atteggiamenti e le decisioni dei paesi europei sia nella loro politica estera che in quella interna. Ecco perché non si può rileggere la storia di quegli anni senza la lente speciale dei rapporti atomici, altrimenti non si riuscirebbero a capire avvenimenti quali la costituzione dell’EURATOM, il patto franco-tedesco o, ad esempio, il veto francese posto all’ingresso della Gran Bretagna nel Mercato Comune Europeo nel 1963.
Questa tesi si pone, quindi, l’analisi degli episodi più salienti e cruciali che hanno caratterizzato i rapporti tra i paesi dell’Alleanza Atlantica tra la fine degli anni cinquanta e buona parte degli anni sessanta, e di come questi abbiano influito sulle decisioni più rilevanti che riguardavano lo scenario politico europeo, caratterizzato in quegli anni dal confronto Est-Ovest. Più concretamente, furono gli anni della presidenza Eisenhower e del successivo passaggio di consegne al giovane democratico Kennedy, dal passaggio della dottrina della Rappresaglia Massiccia a quella della Risposta Flessibile sull’impiego delle armi nucleari, del tentativo europeo di dotarsi di un arsenale nucleare autonomo e delle prese di posizione di de Gaulle. Sono appunto questi gli elementi che fecero da sfondo ai contrasti francesi con gli Stati Uniti, e alla conseguente crisi dei rapporti atlantici, dovuta in parte anche alla mancata consultazione atlantica durante la crisi dei missili di Cuba da parte dell’amministrazione Kennedy. D’altro canto, i sovietici riuscirono in quegli anni ad accorciare il divario tecnologico con gli Stati Uniti, grazie all’entrata in servizio dei primi missili balistici intercontinentali, che misero fine alla convinzione americana circa l’invulnerabilità del proprio suolo. Gli europei, nel contempo, sollecitati solo in parte dagli Stati Uniti, svilupparono i negoziati per la creazione del pool carbosiderurgico (CECA) e quelli per la costituzione di un esercito europeo in grado di raccordarsi con la NATO (CED). Lo scopo di questi tentativi era quello di creare un’unica entità da schierare compatta dinanzi agli occhi dei sovietici, e al tempo stesso di guadagnare credibilità nei confronti del grande alleato americano, nonché di dimostrare che gli europei non erano più intenzionati a piegare la testa alle volontà statunitensi su determinati argomenti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Questa tesi si pone come obiettivo principale l’analisi degli episodi più salienti e cruciali che hanno caratterizzato i rapporti tra i paesi dell’Alleanza Atlantica tra la fine degli anni cinquanta e buona parte degli anni sessanta, e di come questi abbiano influito sulle decisioni più rilevanti della politica internazionale, caratterizzata in quegli anni dal confronto Est-Ovest, e sulla nascita delle prime forme di integrazione europea. Sono gli anni in cui il protagonista assoluto fu il fattore nucleare, unico e indiscusso ago della bilancia che pesò su tutte le questioni di rilevanza internazionale, in un mondo che giunse a più riprese ad un passo dall’orlo del baratro di un conflitto termonucleare. Più concretamente, furono gli anni della presidenza Eisenhower e del successivo passaggio di consegne al giovane democratico Kennedy, dalla dottrina della “Rappresaglia Massiccia” alla dottrina della “Risposta Flessibile” sull’impiego delle armi nucleari, del tentativo europeo di dotarsi di un arsenale atomico autonomo e delle prese di posizione di de Gaulle. Sono questi gli elementi che fecero da sfondo ai contrasti dei francesi con gli Stati Uniti, e alla conseguente crisi dei rapporti atlantici, dovuta in parte anche alla mancata consultazione atlantica durante la crisi dei missili di Cuba da parte dell’amministrazione Kennedy.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

nato
crisi di cuba
kennedy
fanfani
suez
adenauer
salt
strategia nucleare
jupiter
paolo emilio taviani
stati uniti
urss
guerra fredda
de gaulle
eisenhower

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi