Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dissonanza Cognitiva e Processi Decisionali

Prima parte riguardante l'introduzione alla teoria della dissonanza cognitiva e descrizione del suo sviluppo nel tempo. Seconda parte incentrata sui processi decisionali influenzati dalla teoria della dissonanza cognitiva e sue applicazioni pratiche

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Con l’abbandono dell’approccio comportamentista e grazie al contributo fondamentale di Kurt Lewin verso la fine degli anni ’40 nacque la psicologia sociale moderna. Applicando i principi della Gestalt allo studio sui gruppi Lewin permise di studiare le dinamiche interne presenti nei contesti sociali e la relazione individuo – società. Proprio lo studio sui gruppi rimase al centro dell’attenzione della psicologia sociale per molti anni e portò, negli anni ‘50, allo sviluppo di numerose teorie riguardanti l’analisi degli atteggiamenti, definiti da Gordon Allport come «Uno stato di prontezza mentale e neurologica, organizzato nel corso dell’esperienza, che determina un’influenza direttrice o dinamica sulle risposte di un individuo a tutti gli oggetti e situazioni con cui è in relazione». All’interno di questo filone troviamo la teoria sviluppata da Leon Festinger nel 1957 sulla Dissonanza Cognitiva, oggetto di questo elaborato. Le sue origini sono da ricercare non solo nel lavoro di Kurt Lewin, ma anche nella psicologia della Gestalt, corrente sviluppatasi in Germania agli inizi del XX secolo e riguardante lo studio della percezione ed esperienza. La Gestalt fu la prima scuola a postulare una tendenza dell’organismo vivente, a formare unità significative e a raggiungere forme di equilibrio tra le forze che lo riguardano. L’idea che alla base delle attività e delle espressioni di un organismo ci sia l’impulso a sviluppare un orizzonte coerente e significativo del suo mondo, è un’idea che ispira la ricerca di fattori regolanti non soltanto la

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gerardo Moccaldi Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1433 click dal 27/02/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.