Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'autonomia tributaria delle regioni e degli enti locali

L'autonomia delle regioni e degli enti locali dagli anni '70 sino all'avvento del governo tecnico Monti con una dettagliata analisi delle varie fonti legislative che ne hanno disegnato il cammino negli anni,soprattutto la legge n 42 del 5 maggio 2009 proprio in tema di federalismo fiscale e di attuazione dell'articolo 119 della Costituzione attraverso i suoi 8 decreti legislativi.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I - La finanza delle Regioni e degli enti locali prima della riforma del Titolo V della Costituzione Sezione I 1. La finanza regionale nel vecchio articolo 119 del Titolo V parte II della Costituzione e la sua attuazione con la legge n. 281 del 1970 L'autonomia finanziaria, la potestà delle Regioni in materia di tributi ed entrate, è un elemento cruciale per poter effettivamente parlare di autonomia regionale, comprendendo in essa le non da meno importanti autonomia legislativa ed autonomia amministrativa. Ma non si può parlare pienamente di autonomia per le Regioni in ambito finanziario, in quanto esiste una forte interdipendenza tra il sistema statale e il sistema regionale (e quindi degli enti locali) nell'ambito della finanza pubblica; la Costituzione lasciava infatti al legislatore ordinario quasi una totale discrezionalità in ordine alla gestione e decisione sui temi di finanza regionale che così essenzialmente risultava una finanza «trasferita», o «derivata», o «imposta» alle Regioni ordinarie dalla legge che per prima attuò l'articolo 119 della Costituzione, e cioè la legge n. 281 del 16 maggio 1970. A conferma di ciò, a norma del comma 1 dell'articolo 119 della Costituzione: «Le Regioni hanno autonomia finanziaria nelle forme e nei limiti stabiliti da leggi della Repubblica, che la coordinano con la finanza dello Stato, delle Province e dei Comuni». Il menzionato articolo 119 del Titolo V, Parte II del Testo costituzionale, tratta specificamente il tema dell'autonomia finanziaria delle Regioni a statuto ordinario (per le Regioni a statuto speciale, di cui si tratterà nel corso della tesi, l'autonomia finanziaria, così come gli altri ambiti di autonomia, è regolata dai loro rispettivi statuti adottati con legge costituzionale); come suddetto, le sue disposizioni ebbero una prima esecuzione con la legge n. 281 del 16 maggio 1970 recante «Provvedimenti finanziari per l'attuazione delle Regioni a statuto ordinario», legge che inoltre prevedette di istituire speciali fondi, anche settoriali, di finanziamento con vincolo di destinazione per le Regioni, mortificando sostanzialmente, ed ulteriormente, quella che doveva essere una vera autonomia nella disciplina del contesto tributario procedendo quindi verso una forte limitazione, anziché 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Daniela Laura Olmo Contatta »

Composta da 335 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3470 click dal 27/02/2013.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.