Skip to content

Diversabilità ed integrazione: riflessioni e strategie per la costruzione di un progetto di vita.

Informazioni tesi

  Autore: Teresa Troise
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze pedagogiche
  Relatore: Massimo Di Roberto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 101

Il processo di integrazione delle persone diversamente abili in famiglia, nella scuola, nel lavoro rappresenta l’esito di un lungo percorso scientifico, culturale, istituzionale. In questo percorso non sempre lineare di avvicinamento al modello attuale, dai più indicato con il termine integrazione, si posso riconoscere alcune fasi contraddistinte da modi differenti di intendere e di trattare l’handicap e la persona in situazione di handicap: esclusione, medicalizzazione, inserimento, integrazione.
Dopo una breve presentazione degli aspetti generali e dell’evoluzione del concetto di diversabilità, ho soffermato la mia attenzione soprattutto sulla fase dell’integrazione, elaborando un’analisi storico-pedagogica e legislativa dell’integrazione scolastica dei soggetti portatori di handicap, prendendo in considerazione la ridefinizione degli assetti normativi e strutturali del sistema educativo e formativo italiano, e le diverse opzioni e i diversi disegni istituzionali, suddividendo il capitolo in due diverse vie: quella normativa e quella operativa.
L’integrazione però va vista come un progetto globale nel quale vanno a confluire non solo progetti di carattere didattico, ma anche riabilitativo e sociale. Essa infatti acquista un significato solo se si identifica con un processo di pieno sviluppo della persona umana. A tal proposito ho ritenuto opportuno parlare e approfondire il concetto di progetto di vita il che significa considerare la Programmazione Educativa Individualizzata in una dimensione orizzontale, che consideri non solo il tempo scolastico, ma l’intera giornata, comprensiva di una progettazione longitudinale che si estenda all’arco della vita. Bisogna pensare alla scuola e ai servizi come a uno dei contesti e bisogna vederli in continua interazione con gli altri, ad esempio la famiglia, il territorio, ecc. Bisogna quindi dare anche ai diversamente abili gli strumenti e le opportunità adeguate per poter progettare la loro vita anche se nei limiti del loro handicap.
A tal proposito ho dedicato il terzo capitolo all’importanza della continuità formativa, nonchè della costruzione di un progetto di vita. Ho analizzato il valore e la necessità del raggiungimento di un adeguato livello di autonomia che riesca a garantire il benessere complessivo della persona sia nella gestione del sé e del proprio ambiente di vita, che nei rapporti con la realtà esterna; nonché ho preso in considerazione l’importanza dell’inserimento lavorativo dei disabili affinchè tutto ciò non rimanga solo un’utopia, ma diventi realtà, e si possa quindi vivere effettivamente in una società senza esclusi.
Al fine di valutare e verificare, seppur in maniera semplicemente indicativa, in quanto riferita ad un singolo caso, l’efficacia e la validità degli interventi, degli aiuti e dei supporti che vengono offerti a partire fin dai primi momenti in cui una famiglia entra in contatto con la dura realtà della disabilità del proprio figlio, e per cercare di provare l’eventuale validità dei sostegni offerti alla famiglie, nonché allo stesso soggetto portatore di handicap, da parte delle figure professionali con le quali entrano in contatto, da parte del contesto scolastico e dalla società in generale ho deciso di concludere il mio elaborato intervistando la madre di una bambina down, Carola, riportando, così, la testimonianza di un genitore che vive questa realtà e che ha deciso di aprirsi raccontandomi la sua personale esperienza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Migliaia di disabili lavorano, si alzano presto la mattina, usufruiscono di mezzi pubblici e raggiungono il loro posto di lavoro come qualsiasi cittadino. La persona con disabilità va al cinema, va al teatro, si reca al mare o in montagna, pratica sport anche se presenta deficit gravi; abbiamo visto gare splendide e molto combattute sul piano agonistico, ragazze non vedenti che discendono con sci ai piedi, giovani con la sindrome di Down divertirsi a nuotare in piscina. “La “normalità” della disabilità nei contesti sociali, culturali, lavorativi e sportivi è sempre più una realtà, ma ciò è dovuto al fatto che queste persone hanno incontrato nell’arco della loro vita, fin ai primi attimi della loro esistenza, un contesto educativo in grado di promuovere e di coordinare attività riabilitative e specialistiche indispensabili alla loro crescita e sono state inserite in un campo affettivo, sociale ed educativo capace di dare senso compiuto agli sforzi profusi, alla luce di un progetto di vita che fin dall’inizio occorre abbozzare e pensare in modo dinamico ed evolutivo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

handicap
pedagogia speciale
diversita
integrazione scolastica
autonomia
integrazione sociale
progetto di vita
piano educativo individualizzato
diversamente abile
famiglia disabili

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi