Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'immagine turistica di Cremona in un'ottica di comunicazione

L’intento principale di questa tesi è approfondire il concetto di comunicazione applicata al turismo, prendendo ad esempio il caso di Cremona. Sono fortemente convinta dell’importanza della comunicazione in un settore dinamico quale si rivela il turismo attuale. Questa mia opinione è scaturita dall’esperienza quotidiana di cittadina cremonese, che ha osservato i cambiamenti apportati in città da un’efficace azione di promozione turistica.
Nel primo capitolo introduco il concetto di turismo perché il lettore possa rendersi conto della varietà di attività e servizi associati a questo termine. Entro subito nel vivo della comunicazione parlando degli organismi competenti, a livello nazionale e locale. Associando i significati di comunicazione e di turismo, cerco di capire come è strutturata oggi la comunicazione turistica, quali sono i suoi mezzi per promuovere l’immagine turistica di una località ed infine distribuirla al suo pubblico obiettivo.
Il secondo capitolo presenta l’iter storico della comunicazione turistica italiana, dimostrando come, con l’avanzare della moderna tecnologia, siano cambiati i suoi mezzi ma anche i suoi principi di base. Si parla, inoltre, dell’incisività degli attuali cambiamenti, dei loro risvolti economici per poi focalizzare il discorso in ambito lombardo.
Il terzo capitolo è il fulcro della mia tesi. In continuità con la Lombardia, presento uno degli ultimi progetti realizzati di comunicazione turistica: il circuito delle Città d’arte della Pianura Padana, che promuove l’immagine di dieci città, esaltando di ciascuna le qualità innate, spesso latenti, ma che, agli occhi del turista, appaiono sicuramente le più interessanti. Concentrandomi sul turismo a Cremona, ne presento le caratteristiche, in termini di pubblico obiettivo, di risorse sfruttabili nella città, di vari tipi di turismo praticabili, di mezzi con cui si esplica l’attuale attività di promozione del marchio “Cremona”. Allo scopo di avere un quadro il più possibile completo della situazione, ho ritenuto appropriato descrivere alcune delle maggiori difficoltà incontrate dall’attuale turismo cremonese. La città ha conosciuto un’evoluzione nel tempo dei modi e delle iniziative di promozione turistica, in concomitanza con la diversificazione delle esigenze del turista di oggi. Considerati i problemi attuali, per procedere ad un razionale piano di sviluppo è fondamentale identificare le priorità da attuare in una realtà turistica come Cremona.
Il quarto capitolo ha la finalità di paragonare la comunicazione turistica italiana a quella inglese, per vedere se ci sono punti di contatto e, in caso affermativo, in che termini. Ho voluto ampliare l’orizzonte di riferimento per dimostrare la validità della comunicazione turistica attuale e per costatare quanto sia già “globalizzata”.
Per ottenere le informazioni necessarie a questo studio, mi sono avvalsa della ricerca bibliografica, che, oltre ad essere un prezioso repertorio di opinioni, mi ha permesso di visionare e confrontare dati statistici. Ho dato un particolare rilievo all’analisi di opuscoli illustrati e di annunci di pubblicità turistica su stampa, in quanto spesso costituiscono la prima fonte di informazioni sulla località per il potenziale turista e quindi la sua prima forma di contatto con la medesima. Ho letto ed analizzato molto spesso siti Internet, perché in molti casi forniscono i dati più aggiornati. E’ stata molto interessante la lettura di articoli dal quotidiano locale, “La Provincia”, per la raccolta di opinioni sulla comunicazione turistica da parte degli esponenti più direttamente coinvolti in ogni singola manifestazione. Ho ottenuto informazioni più specifiche e dettagliate sulla comunicazione turistica a Cremona da diversi colloqui con persone competenti, come l’attuale presidente dell’APT cremonese, l’avv. Alfeo Garini. Per quanto riguarda il piano di comunicazione, ho parlato con la dott. Nicoletta Filiberti, responsabile dell’ufficio comunicazione del comune di Cremona. Moltissime informazioni sul Circuito delle Città d’arte sono scaturite dal colloquio con la dott. Lucia Bertolotti Quaini, collabora-trice dell’assessorato al turismo del comune di Cremona e con il dott. Ottavio Zambardi, responsabile dell’agenzia di pubblicità che ha stampato il materiale illustrato. Molto utile si è rivelata la mia conversazione con persone di competenza dell’APIC, l’associazione promozione iniziative culturali della provincia di Cremona, con il dott. Rafaldi, responsabile del settore turismo-attività produttive della Regione Lombardia, e con Luigi Baldani, assessore al turismo del comune di Cremona. Ho ritenuto molto utile la mia visita all’ultima edizione della BIT (Borsa Internazionale del turismo) di Milano, tenutasi nel mese di febbraio 2001, per partecipare alla presentazione dell’immagine di Cremona e della Pianura Padana in ambito internazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Le carte vincenti degli anni 2000 per le imprese turistiche sono innovazione, qualità e servizi. Oggi l’offerta dipende sempre di più dall’interrelazione di vari elementi: qualità della ricettività, dell’ambiente, possibilità di usufruire di una rete infrastrutturale moderna. Essendo in forte relazione con l’innovazione tecnologica delle infra- strutture e dei servizi offerti, il settore turistico è in continua evoluzio- ne. Il fenomeno, quindi, va studiato solamente basandosi sui dati più recenti e sul confronto con quelli raccolti precedentemente che, presi singolarmente, perdono valore e significato. E’ difficile, quindi, monitorare con precisione la situazione attuale, perché i dati disponi- bili vengono aggiornati molto velocemente. Uno dei principali aspetti di differenziazione delle destinazioni turistiche è dato dagli standard dei loro prodotti, ed in questo contesto i prodotti locali diventano l'elemento cruciale per diversificare con successo le imprese turisti- che. L’intento principale di questa tesi è approfondire il concetto di comu- nicazione applicata al turismo, prendendo ad esempio il caso di Cremona. Sono fortemente convinta dell’importanza della comunica- zione in un settore dinamico quale si rivela il turismo attuale. Questa mia opinione è scaturita dall’esperienza quotidiana di cittadina cremonese, che ha osservato i cambiamenti apportati in città da un’efficace azione di promozione turistica. Nel primo capitolo introduco il concetto di turismo perché il lettore possa rendersi conto della varietà di attività e servizi associati a questo

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Benedetta Fantini Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3887 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.