Skip to content

Le mafie straniere in Italia

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Sannino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
  Facoltà: Scienze dell'Educazione
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Isaia Sales
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 84

Come dice Vincenzo Macri, procuratore generale presso la corte d'appello di Ancona, in Italia non ci facciamo mancare proprio niente, neppure in materia di mafia. Non contenti di essere la patria delle tre organizzazioni mafiose più note e potenti d'Europa e più conosciute e diffuse nel mondo, (Cosa Nostra, N'drangheta e Camorra), ospitiamo da quasi venti anni, un buon numero di mafie straniere che, evidentemente, hanno trovato nel nostro paese le condizioni ottimali per operare, arricchirsi e integrarsi nel circuito criminale.
Dunque, la convinzione che dovunque ci sono mafie locali ben radicate, lì è impossibile il radicarsi di criminali stranieri, è priva di ogni fondamento. Non è affatto vera l'ipotesi e la credenza che laddove ci sono già dei gruppi criminali al potere, non se né possano installare degli altri, questa è solo una pura e semplice illusione.
Ebbene si per chi non lo sapesse o forse perché non ci ha mai pensato, la Mafia non è un fenomeno prettamente italiano, è sbagliatissimo pensare che il fenomeno mafioso sia presente solo in Italia e riguardi solo gli italiani.
Il tema chiave del mio elaborato di laurea è proprio questo appena accennato: il fenomeno mafioso straniero.
Allora una domanda sorge spontanea: perché non si parla mai di criminalità straniera? E soprattutto come è possibile che la mafia italiana abbia permesso alla criminalità straniera di insediarsi nel proprio territorio?.
Dopo aver analizzato, approfondito dettagliatamente, la criminalità straniera presente in Italia, ho trovato risposta ai quesiti che mi sono posta e che poco fa ho posto. Tra mafie italiane e mafie straniere si sono installate delle sinergiche collaborazioni che non fanno altro che arricchire le varie associazioni criminali senza togliere nulla a nessuno, senza alcuna forma di restringimento, dei reciproci campi d’azione.
Che parliamo di mafie straniere o di mafie nostrane, il nocciolo della questione è uno ed è uguale per tutti; stiamo parlando di movimenti e di azioni che mirano ad un unico obiettivo: infiltrarsi in un modo o in un altro, nel tessuto economico- finanziario.
In conclusione doveroso enfatizzare che le mafie non sono nemiche tra loro, non si infastidiscono ma anzi collaborano tra di loro. Si può dunque parlare di cooperazione tra mafie straniere e mafie italiane piuttosto che di scontro permanente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Dice Vincenzo Macri, procuratore generale presso la Corte d'Appello di Ancona, che in Italia si sa, non ci facciamo mancare niente, neppure in materia di mafia. Non contenti di essere la patria delle tre organizzazioni mafiose più note e potenti d'Europa e più conosciute e diffuse nel mondo, ospitiamo da quasi venti anni, un buon numero di mafie straniere che, evidentemente, hanno trovato nel nostro paese le condizioni ottimali per operare, arricchirsi e integrarsi nel circuito criminale. Quando si parla di mafia si è solito buttare l'occhio sulla penisola italiana, con la piena convinzione che il fenomeno mafioso sia nato in Italia e riguardi solo gli italiani, ma sappiamo benissimo che non è così. Perché allora non si parla mai di mafia straniera? Di quella criminalità che abita e circola liberamente nel nostro Paese? Ma soprattutto come è possibile che la mafia italiana abbia permesso alla criminalità straniera di insediarsi nel proprio territorio? A partire dai primi anni novanta del ventesimo secolo, in considerazione di quanto avvenuto a livello politico, sociale ed economico con il crollo del Muro di Berlino ( 9 novembre 1989) in Italia, particolarmente nelle zone centro-settentrionali del paese, hanno fatto la loro comparsa gruppi criminali stranieri, denominati Nuove Mafie o Mafie straniere. Nel corso della sua inarrestabile evoluzione, la criminalità organizzata ha subito notevoli trasformazioni passando da una dimensione individuale ad una sempre più complessa e transnazionale: da piccoli 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

camorra
'ndrangheta
mafia cinese
mafia russa
mafie straniere
mafia nigeriana
mafia albanese
mafia
cosa nostra
triade
yakuza
black axe
eiye

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi