Skip to content

La struttura seriale

Informazioni tesi

  Autore: Domenico Cardaropoli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Teoria dei linguaggi e della comunicazione audiovisiva
  Relatore: Sergio  Brancato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 136

“La struttura seriale” è una tesi scritta in tre capitoli. Il titolo vuole mettere in evidenza il modo in cui la serialità televisiva sta modificando la forma delle moderne sceneggiature. Il termine struttura non deve far paura in quanto all’interno di queste pagine ho cercato di dare risalto al lavoro che viene svolto nelle grandi società dello spettacolo per concepire dei prodotti che siano fruibili al cospetto di un pubblico vasto. Per struttura, quindi, intendo quel processo proposto in letteratura che può essere applicato come paradigma esemplificativo alle narrazioni seriali. La sceneggiatura è un testo scritto che tende in prima battuta a raccontare tramite immagini. La forte componente economica che troviamo alla base dell’industria cinematografica e televisiva ha spinto gli autori ad adottare un metodo di lavoro che ottimizzi i tempi di realizzazione di questi testi e che sintetizzi in maniera semplice e leggibile il connubio tra chi deve produrre questi lavori e chi poi dovrà leggerli. Per tanto, nel primo capitolo ho cercato di delineare le linee guida alla base di un gruppo di lavoro alle prese con una sceneggiatura in formato americano. Ho indagato i modi di composizione, la struttura in tre atti, i colpi di scena e la modalità di scrittura. All’interno del primo capitolo, che reputo di impostazione, sono state tracciate le linee guida per un approccio primario alla sceneggiatura. Un ricco preambolo culturale e scolastico per porre in essere i problemi e le necessità che vengono riscontrate all’interno di un testo narrativo. Una base di dati che fungono da centro nevralgico per uno scrittore che intende approcciarsi per la prima volta alla composizione di una sceneggiatura. Un ricco paragrafo è stato dedicato anche ai generi cinematografici cercando di sviscerare da ogni uno di essi il principio generativo e filosofico che antepone il gusto popolare a quello dello scrittore. Il genere è stato indagato e messo in discussione fino al punto in cui si è passati da una concezione classica (prima selezione di pubblico) a una moderna (le moderne narrazioni ibridano diversi generi) del concetto di genere. Il secondo capitolo, che reputo di “conflitto”, entra all’interno della storia e delinea il modo in cui possono essere costruiti ambientazioni e personaggi. Il protagonista, l’antagonista o qualsiasi personaggio della storia devono avere delle connotazioni specifiche. La caratterizzazione del personaggio è fondamentale all’interno di una narrazione in quanto crea quel terreno comune con lo spettatore che è spinto a empatizzare direttamente con il personaggio principale. Il tutto immerso all’interno del paradigma sovrastante la storia stessa che prende in considerazione la struttura in tre atti e le diverse fasi d’impostazione per mantenere unite le vicende raccontate. Non solo “colpi di scena” ma anche modalità di drammatizzazione della storia. L’ultimo capitolo, che reputo di “risoluzione”, paradossalmente, mette in discussione tutto quello che è stato detto nella prima e nella seconda parte. La fase finale della mia tesi tenta di esplorare le nuove tendenze cinematografiche e televisive che in un clima culturale di forte ibridazione mediale spingono questi due apparati della comunicazione di massa a collassare uno all’interno dell’altro. Verrà descritto in profondità il metodo utilizzato per creare delle narrazioni che siano in linea con i gusti del pubblico. Un continuo rimando intermediale e intramediale che consegnerà alla rete e ai videogiochi il duro compito di delineare nuovamente i canoni della visualizzazione. In tutto questo, il gusto del pubblico non verrà mai messo in discussione, anzi, l’analisi linguistica e tecnica con annesse modifiche del modo di trattare l’immagine nel corso di questi due secoli di proiezione partirà sempre e comunque dal rinnovato valore e dal rinnovato modo di vedere il mondo da parte dello spettatore.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Abstract “La struttura seriale” è una tesi scritta in tre capitoli. Il titolo vuole mettere in evidenza il modo in cui la serialità televisiva sta modificando la forma delle moderne sceneggiature. Il termine struttura non deve far paura in quanto all’interno di queste pagine ho cercato di dare risalto al lavoro che viene svolto nelle grandi società dello spettacolo per concepire dei prodotti che siano fruibili al cospetto di un pubblico vasto. Per struttura, quindi, intendo quel processo proposto in letteratura che può essere applicato come paradigma esemplificativo alle narrazioni seriali. La sceneggiatura è un testo scritto che tende in prima battuta a raccontare tramite immagini. La forte componente economica che troviamo alla base dell’industria cinematografica e televisiva ha spinto gli autori ad adottare un metodo di lavoro che ottimizzi i tempi di realizzazione di questi testi e che sintetizzi in maniera semplice e leggibile il connubio tra chi deve produrre questi lavori e chi poi dovrà leggerli. Per tanto, nel primo capitolo ho cercato di delineare le linee guida alla base di un gruppo di lavoro alle prese con una sceneggiatura in formato americano. Ho indagato i modi di composizione, la struttura in tre atti, i colpi di scena e la modalità di scrittura. All’interno del primo capitolo, che reputo di impostazione, sono state tracciate le linee guida per un approccio primario alla sceneggiatura. Un ricco preambolo culturale e scolastico per porre in essere i problemi e le necessità che vengono riscontrate all’interno di un testo narrativo. Una base di dati che fungono da centro nevralgico per uno scrittore che intende approcciarsi per la prima volta alla composizione di una sceneggiatura.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi