Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Criteri di scelta ottimali per la dislocazione di discariche di rifiuti solidi urbani sul territorio

Analisi e criteri di ottimizzazione per la dislocazione sul territorio di discariche di R.S.U. - Legislazione - Valutazione di Impatto Ambientale - Esempio concreto di applicazione V.I.A. in una discarica nella provincia di Piacenza

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il presente lavoro di tesi si propone lo scopo di analizzare le strutture di smaltimento definitivo del Rifiuto Solido Urbano presenti sul territorio piacentino e di simulare gli scenari possibili in rapporto alla dislocazione di tali discariche. In proposito si è valutato l’impatto complessivo che la discarica controllata di Cà del Montano, situata nel comune di Ponte dell’Olio (PC), esercita sull’ambiente circostante, confrontando i suoi aspetti impattanti e mitiganti con ipotetiche situazioni di discariche presenti nella zona circostante. Nella prima parte del lavoro (Fase normativa) è stato sviluppato l’inquadramento legislativo tecnico in materia della disciplina dei Rifiuti Solidi Urbani e della Valutazione di Impatto Ambientale. L’analisi del ciclo complessivo del Rifiuto Solido (produzione, raccolta, trasporto e smaltimento definitivo) è stata condotta in rapporto al riferimento giuridico legislativo su base nazionale, regionale e provinciale (Capitolo 1), con un esame critico delle soluzioni tecniche di smaltimento dei R.S.U. e con particolare riguardo alla progettazione, costruzione e gestione di discariche in relazione alle caratteristiche ambientali e territoriali del sito in cui dovrebbero essere ubicate (Capitolo 2). Nel Capitolo 1 è stato analizzato il Decreto Legislativo del 5 febbraio 1997 n. 22 (il cosidetto Decreto Ronchi), il Piano Tecnico Regionale di Gestione dei Rifiuti dell’Emilia-Romagna ed il Piano Provinciale per la Gestione dei Rifiuti di Piacenza, con le rispettive norme di legge che ne regolano il loro ambito operativo. L’esigenza giuridica di predisporre strumenti idonei per ricercare l’ottimizzazione di soluzioni al ciclo del Rifiuto Solido, ha portato conseguentemente all’analisi della Valutazione di Impatto Ambientale (Capitolo 3), come strumento tecnico giuridico che consente da un lato una valutazione preventiva degli effetti ambientali che un determinato intervento può causare (nel caso specifico la discarica di smaltimento di R.S.U.) e dall’altro di approntare tempestivamente i presidii di prevenzione degli effetti negativi. È stata quindi analizzata la normativa e la procedura della V.I.A., i suoi obiettivi e le sue metodologie per una gestione preventiva alla dislocazione sul territorio di una discarica. In proposito sono stati consultati anche siti WEB (di cui si riporta un elenco in appendice) contenenti elementi interessanti per meglio definire l’ambito operativo di alcune norme di legge ed i loro termini di applicazione. Nei Capitoli 4 e 5 sono stati applicati i metodi quantitativi di valutazione d’idoneità dei siti all’installazione di discariche, dopo aver eseguito un inquadramento territoriale del sito di Cà del Montano ed analizzato le varie componenti dell’ambiente interessato e dell’opera stessa. È stata attuata una scomposizione della realtà in questione nei singoli fattori che ne compongono la struttura, operando una descrizione dettagliata dei vari componenti ambientali ed antropici del territorio in esame. Nel Capitolo 4 sono stati esaminati i metodi quantitativi: - 1° Metodo Semiquantitativo - 2° Metodo Semiquantitativo - Metodo dell’Analisi a Criteri Multipli (A.C.M.) L’elaborazione di tali tre metodi è impostata con criteri comparativi di valutazione d’idoneità e con l’uso di matrici d’influenza che assicurano una facile impostazione al computer con il foglio di lavoro MICROSOFT EXCEL.

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Francesco Mantese Contatta »

Composta da 139 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2525 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.