Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mobile web e responsive design: stato dell’arte e analisi del caso unipv.eu

L’argomento centrale di questo lavoro è un tema di scottante attualità: il mobile web, ovvero l’accesso alla rete tramite dispositivi non fissi, come il computer, ma tecnologie che portiamo con noi in ogni momento e luogo, quali smartphone e tablet.
Questi device non sostituiscono la navigazione classica con computer fisso, ma si affiancano ad essa con problematicità e potenzialità del tutto peculiari. Basti pensare alla struttura di un cellulare, ben diversa dal desktop di casa, a partire dallo schermo di piccole dimensioni e dall’assenza di mouse e tastiera. Questa apparentemente scontata costatazione, - legata alle peculiarità nell’interazione fra utente e dispositivo mobile- non ha però spinto buona parte delle aziende ad intervenire per adattare il proprio sito web a cellulari e tablet. Infatti come andremo ad analizzare nel corso di questo lavoro, gli investimenti in questo settore sono stati limitati, malgrado i potenziali ritorni economici del tutto considerevoli.
Non dobbiamo poi dimenticare che, se da un lato questi dispositivi hanno problematicità nella visualizzazione di un sito e portale pensato unicamente per il computer fisso, d’altro canto presentano delle funzionalità uniche, dall’onnipresenza di questi dispositivi nella vita di tutti i giorni, alla geolocalizzazione con GPS.

Mostra/Nascondi contenuto.
17 INTRODUZIONE L’argomento centrale di questo lavoro è un tema di scottante attualità: il mobile web, ovvero l’accesso alla rete tramite dispositivi non fissi, come il computer, ma tecnologie che portiamo con noi in ogni momento e luogo, quali smartphone e tablet. Questi device non sostituiscono la navigazione classica con computer fisso, ma si affiancano ad essa con problematicità e potenzialità del tutto peculiari. Basti pensare alla struttura di un cellulare, ben diversa dal desktop di casa, a partire dallo schermo di piccole dimensioni e dall’assenza di mouse e tastiera. Questa apparentemente scontata costatazione, - legata alle peculiarità nell’interazione fra utente e dispositivo mobile- non ha però spinto buona parte delle aziende ad intervenire per adattare il proprio sito web a cellulari e tablet. Infatti come andremo ad analizzare nel corso di questo lavoro, gli investimenti in questo settore sono stati limitati, malgrado i potenziali ritorni economici del tutto considerevoli. Non dobbiamo poi dimenticare che, se da un lato questi dispositivi hanno problematicità nella visualizzazione di un sito e portale pensato unicamente per il computer fisso, d’altro canto presentano delle funzionalità uniche, dall’onnipresenza di questi dispositivi nella vita di tutti i giorni, alla geolocalizzazione con GPS. Negli ultimi anni un crescente interesse dell’utenza verso il mondo mobile, sta portando sempre più aziende ad investire in questo mondo. Anche se la questione è ben lontana dall’essere risolta: come vedremo in seguito i guru del web non si accordano neppure sulla creazione di una versione mobile dedicata o di una derivata dal desktop. Pertanto abbiamo scelto di analizzare questo tema in quanto estremamente interessante e così attuale da essere aperto a possibili teorizzazioni sui futuri trend. Questo lavoro presenta una struttura analitica e seppur ogni capitolo si soffermi su specifici temi o sul medesimo, ma da prospettive diverse, è stata pensato dall’autrice come consecutivo, infatti possiamo paragonarlo alle fasi di svolgimento di un tema scolastico: 1. introduzione: capitolo uno, mobile usability;

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Giulia Biasini Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2552 click dal 14/03/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.