Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lingua, Genere e Identità

La presente tesi nasce dall’intenzione di approfondire alcuni aspetti dell’area di studi nota come Language and Gender.
In particolare, si propone di indagare le relazioni esistenti tra la lingua, l’identità e il genere, di rivelare come questi elementi siano strettamente correlati tra loro e di come si condizionino reciprocamente.
Il genere è una categoria molto influente in tutte le società. Esso condiziona profondamente ogni aspetto della vita sociale di ogni essere umano.
È innegabile che la maggioranza delle società funzioni in termini di due generi, femminile e maschile, concepiti come fortemente distinti.
Nascere donna o uomo ha conseguenze potenti e permanenti per ciascuno di noi, perché la società attribuisce valori, caratteristiche e significati sociali differenti alle due categorie di uomini e donne.
Tra le distinzioni più marcate c’è quella che riguarda la lingua, da intendere sia nelle modalità con cui viene utilizzata per comunicare con gli altri, sia nelle modalità con cui è utilizzata per comunicare a proposito degli altri.
Obiettivo di questa tesi è mostrare come essa rivesta una funzione essenziale nel produrre e mantenere le asimmetrie presenti nella società, nel riflettere e perpetuare i ruoli sociali e nel costruire le identità sociali.
La lingua ha dimostrato infatti di essere uno strumento potente nella costruzione dell'identità di genere. Così, analizzare i diversi modi in cui la lingua è usata per rappresentare e costruire le differenze di genere può rivelarsi uno strumento efficace per comprendere come determinate dinamiche sociali e, in particolare, le dinamiche di potere vengono sviluppate e mantenute.
E' prettamente tramite l'uso della lingua che le identità di genere vengono insegnate e apprese dai membri di una comunità. E' tramite l'uso della lingua che la società attribuisce determinati valori, status e significati alle persone che sono portatori di un determinato stile linguistico. Ed è sempre tramite l'uso della lingua che vengono rappresentate e costruite le identità sociali.
La tesi si propone di analizzare le modalità con cui la lingua è utilizzata per creare le differenze legate all'identità di genere e le modalità con cui è usata per rafforzare ed enfatizzare tali differenze in modo tale che i membri di una comunità linguistica risultino profondamente differenziati.
Per compiere questa analisi, si attinge a diverse teorie e approcci metodologici: si prendono in considerazione gli studi condotti nell'ambito del Dominance Approach, del Difference Approach, del Cultural Difference Approach fino alle più recenti teorie sulla Performativity.
La tesi cerca infine di mostrare come la lingua giochi un ruolo primario nei processi di Performing Gender, ovvero tutti quei comportamenti che mettiamo in atto per esibire e interpretare in maniera socialmente accettabile il genere a cui apparteniamo.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Introduzione Il presente elaborato nasce dall’intenzione di approfondire alcuni aspetti dell’area di studi nota come Language and Gender. In particolare, si propone di indagare le relazioni esistenti tra la lingua, l’identità e il genere, di rivelare come questi elementi siano strettamente correlati tra loro e di come si condizionino reciprocamente. Con l’intenzione di produrre una trattazione che sia il più scevra possibile da eventuali fraintendimenti, è bene fare un chiarimento preliminare su ciò che oggi si intende col termine genere, distinto da ciò che è inteso dal termine sesso. Il termine sesso è da riferire a una distinzione di natura biologica: riguarda, cioè, il corredo genetico, i caratteri biologici, fisici e anatomici che producono il binarismo fisico definito maschio/femmina. Diversamente, il termine genere è da intendere come una costruzione sociale: un prodotto storico, culturalmente specifico e dinamico, condizionato cioè dai contesti storici e geografici in cui viene concepito; una rappresentazione socialmente indotta di comportamenti che vengono applicati esteriormente al concetto di sesso e danno vita allo status di uomo o donna. E in un’ottica internazionale, si può far riferimento alla definizione di genere data dal Consiglio d’Europa: Genere è la definizione socialmente costruita di donne e uomini. E’ l’immagine sociale della diversità di sesso biologica, determinata dalla concezione dei compiti, delle funzioni e dei ruoli attribuiti a donne e uomini nella società e nella sfera pubblica e privata. E’ una definizione di femminilità e mascolinità culturalmente specifica, che come tale varia nello spazio e nel tempo. [...] È anche una definizione culturalmente costruita della relazione tra i sessi. In questa definizione è implicita una relazione

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Marialuisa Calatozzo Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5622 click dal 15/03/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.