Skip to content

Oltre la crescita: innovazione e Parchi scientifici e tecnologici

Informazioni tesi

  Autore: Vittoria Perazzo
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Politiche per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo
  Relatore: Claudia Rotondi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

Il presente elaborato di tesi, partendo dall’analisi dello stretto, quasi inevitabile, nesso che lega innovazione e sviluppo economico, si propone di comprendere se, e in quale misura, la struttura del Parco scientifico e tecnologico possa essere un appropriato strumento per valorizzare le attività di ricerca e sviluppo e tradurle in innovazione ed occasione reale di sviluppo per un territorio.
Dall’analisi del fenomeno Parchi scientifici e tecnologici e, in particolare, dall’esperienza di Sophia Antipolis è emerso da un lato come i Parchi possano essere considerati a pieno diritto strumenti per incentivare la competitività territoriale e stimolare la crescita e lo sviluppo economico locale, dall’altro come la formazione – e l’affermazione – di un sistema di circolazione mondiale delle conoscenze scientifiche e tecnologiche sottolinei la crescente importanza dei processi di diffusione trasferimento tecnologico.
La funzione dei Parchi scientifici e tecnologici, perciò, acquista rilevanza come driver dell’innovazione sia in contesti poveri o privi di tradizione industriale e universitaria, sia pure in settori maturi che possono continuare ad esprimere la fondamentale capacità di auto-innovarsi. In tal senso, tali strutture possono essere identificate come strumenti di politica di sviluppo adattabili ed efficaci per diversi tipi di contesti socio-economici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione L’evoluzione della tecnologia pervade ormai profondamente le economie di tutti i Paesi avanzati, e anche nei Paesi emergenti essa viene a giocare un ruolo di primo piano nello sviluppo economico. Il processo di sviluppo socio-economico di un territorio e la sua competitività sembrano dipendere sempre meno da fattori produttivi quali la disponibilità di materie prime, il capitale e il lavoro, mentre sempre più forte pare essere diventata l’influenza dei fattori connessi all’introduzione di innovazioni nei sistemi produttivi. Diventa dunque centrale l’innovazione, l’intensità del ritmo con cui essa viene creata e la sua velocità di diffusione. In tale contesto, individuare e seguire le strade migliori per giungere ad un’adeguata valorizzazione economica della conoscenza scientifica sta diventando una questione di rilevanza strategica che i Paesi sono chiamati ad affrontare. Per tale motivo, la dinamica scientifico-tecnologica non può risultare fine a se stessa, ma deve puntare sull’innovazione di prodotti e di processi in grado di fornire un solido contributo alla crescita economica e al miglioramento della qualità della vita. A tale scopo, emerge la necessità di realizzare un sistema economico-industriale in grado di produrre e assorbire la conoscenza scientifico-tecnologica, per poi tradurla in sbocchi applicativi sul mercato. La performance dinamica dei Paesi dipende, quindi, in modo fondamentale, dalla capacità generare progresso tecnico. Il modello di sviluppo che è venuto delineandosi, dunque, vede nella conoscenza il mezzo per la creazione di valore. In tale ottica, risulta essenziale lo sviluppo di meccanismi di trasferimento tecnologico dal sistema della ricerca al mondo delle imprese. In altri termini, occorre che i risultati delle attività di ricerca e sviluppo siano tradotti in innovazioni di prodotto, di processo ed organizzative, capaci di incrementare la competitività dei sistemi economici e le opportunità di sviluppo. Tali processi si presentano, però, complessi e di difficile generazione spontanea, poiché esigono strutture di acquisizione di know how, di ricerca e sviluppo, di libera circolazione delle tecniche e delle conoscenze e di infrastrutture avanzate di collegamento. Da qui la necessità di strumenti appropriati per valorizzare le attività di ricerca e sviluppo e tradurle in innovazione ed occasione reale di sviluppo per un territorio. I Parchi Scientifici e Tecnologici vengono riconosciuti come strumenti efficaci per svolgere il

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

innovazione
sviluppo economico
knowledge network
innovative cluster
collective learning
cognitive proximity

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi