Skip to content

Analisi semiotica di sette Tv Ads della campagna di pubblicità comparativa 'Get A Mac'

Informazioni tesi

  Autore: Miki Corsetti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Mediazione lingusitica
  Relatore: Renata Morresi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 52

Il mio studio si è proposto di analizzare il linguaggio pubblicitario seguendo il modello “Apple”.
L’ obiettivo è stato quello di analizzare sette video, di pubblicità comparativa, della campagna “Get a Mac”, che vede come rivali i computer Mac con i computer PC.
Per poter eseguire un’ accurata analisi, ho dovuto reperire gli strumenti adatti.
Ho quindi iniziato il mio lavoro introducendo il concetto di pubblicità, con lo scopo di poter capire le sue origini e avere una chiara idea dei suoi scopi, sia a livello aziendale che a livello comunicativo.
Ho dedotto che il termine pubblicità deriva dal latino “advertere”: “portare l’ attenzione di qualcosa o qualcuno”. Le sue origini risalgono alla nascita delle prime forme di mercato e durante i secoli ha subito diverse trasformazioni, adattandosi ai nuovi mezzi di comunicazione e avvalendosi sempre di nuove tecniche per riuscire a suscitare interesse su di essa, rappresentando attualmente il 50% dei contenuti dei mass-media.
I primi spot televisivi consideravano il consumatore un essere ragionevole e quindi si preservavano il compito di illustrare tutte le funzioni del prodotto in questione.
Ora invece, grazie anche all’ aiuto di discipline come la psicologia, sociologia, il cinema e la musica, la pubblicità ha il compito di attribuire significati, identità e personalità alle cose ed ai prodotti quotidiani; infine inizia a parlare meno del prodotto e più di se stessa cercando di creare una complicità con il ricevitore. Essa predispone e stimola l’ acquirente ad una sola azione: comprare.
Il mio lavoro prosegue concentrandosi sul linguaggio pubblicitario che è il tema principale di questa tesi. Ho voluto illustrare accuratamente da cos’è composto, quali sono gli scopi della pubblicità, di quali tecniche si avvale per raggiungerli e quando uno spot può essere considerato “efficace”.
Ho dedotto che la pubblicità è una presenza costante nella vita di tutti i giorni e statisticamente un aumento delle spese aziendali in pubblicità del 10% fa mediamente salire le vendite del 2%.
Sul piano comunicativo gli obiettivi della pubblicità solitamente sono: attirare l’ attenzione su di sé, far comprendere le informazioni del prodotto trasmesse, ottenere l’adesione al contenuto del messaggio e suscitare una risposta/reazione affettiva o emozionale.
Invece sul piano della situazione d’ acquisto gli obiettivi sono: far scattare una motivazione d’ acquisto, creare notorietà, suscitare un atteggiamento favorevole, stimolare la propensione all’ acquisto verso il prodotto marca.
Per ideare un ottimo spot pubblicitario ci deve essere una grande creatività e un’ ottima conoscenza ed esperienza delle tecniche pubblicitarie, del prodotto in questione e la consapevolezza del target a cui ci si vuole indirizzare. Un’ altra qualità importante che ogni pubblicità dovrebbe avere è la naturalezza, quindi riuscire ad essere sincera senza la ricerca di testi elaborati o contenuti complicati.
Per quanto riguarda il parlato, dovrebbe essere simile al modo di comunicare quotidiano della gente comune per riuscire a rimanere facile ed accessibile a tutti, seguendo uno schema logico e un ordine, ottimizzando anche le parole. Si preferiscono le frasi brevi a quelle lunghe senza superare le venti parole e si dovrebbero evitare quelle inutili e le ripetizioni.
Dato che come esempio ho scelto la Apple, ho ritenuto importante parlare di come un marchio riesce a diventare un’ icona e quali benefici ne riesce a ricavare facendo anche esempi importanti.
La gente si identifica fortemente con le icone culturali, considerandole un elemento importante della vita di tutti i giorni.
Un mio intento era capire a cosa servisse un marchio e ho dedotto che di per sé il prodotto non ha una storia e un’ identità. Ad esempio quando comprerò un cellulare sarò sicuramente condizionato oltre dalle caratteristiche del singolo prodotto, dal rapporto che ho con quel marchio, se lo ritengo affidabile, se mi attrae e se lo conosco bene.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Intorno alla tesi Questo studio si propone di analizzare il linguaggio pubblicitario seguendo il modello “Apple”. L’analisi prende in considerazione sette video, di pubblicità comparativa, della campagna “Get a Mac”, i quali negli ultimi decenni sono stati trasmessi dalle televisioni degli Stati Uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda e diffusi in lingua originale e a volte tradotti in tutto il Web. Campagna che vede come rivali i computer Mac con i computer PC. Per avere gli strumenti adatti a compiere tali analisi, la tesi inizia introducendo il concetto di pubblicità, spiegando le sue origini e come è cambiata nel tempo e quanto è presente nella vita di tutti i giorni. Il mio lavoro poi prosegue concentrandomi sul linguaggio pubblicitario che è il tema principale di questa tesi. Ho cercato di illustrare accuratamente da cos’è composto, quali sono gli scopi della pubblicità, di quali tecniche si avvale per raggiungerli e quando uno spot può essere considerato “efficace”. Dato che come esempio ho scelto la Apple, ho ritenuto importante parlare di come un marchio riesce a diventare un’ icona e quali benefici ne riesce a ricavare facendo anche esempi di icone importanti. Dopo aver illustrato quali sono i principali mezzi di comunicazione, ho ritenuto fondamentale far capire da quale punto di vista sono stati analizzati i video. Al fine di comprendere tale punto, ho ritenuto doveroso fare un’ introduzione sulla semiotica, spiegando di cosa si occupa, di cosa si compone e quali aspetti e funzioni si avvale nell’ audiovisivo pubblicitario . Dato che sono tutti video della campagna “Get a Mac” ho illustrato tutte le caratteristiche principali di questa campagna presentando i due attori che interpretano il Mac e il PC nella campagna americana.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi