Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo sviluppo del commercio elettronico. Le strategie dell'Internet banking

L’argomento su cui si incentra il presente lavoro riguarda le strategie di Internet banking in Italia.
L’obiettivo è quello di analizzare le strategie adottate dalle banche italiane, con particolare attenzione a BANCA 121.
Si partirà dall’analisi dei mutamenti nelle tecnologie di comunicazione che stanno portando verso un fenomeno di convergenza tecnologica.
Successivamente si passa all’evoluzione di Internet ed al fatto che esso può rappresentare per molte aziende un nuovo canale per sviluppare rapporti commerciali con i consumatori e con gli altri attori lungo il canale di marketing.
Si descriverà come Intranet, strumento di connessione delle risorse umane e delle varie divisioni all’interno dell’azienda, ed Extranet, elemento di collegamento con gli operatori esterni abilitati, possano risultare un valido strumento di diffusione delle informazioni all’interno e all’esterno della realtà aziendale.
La possibilità di sviluppare forme di commercio elettronico attraverso Internet pone dinanzi a vari problemi, il primo dei quali è definitorio; si vedranno quindi le varie definizioni fornite dagli operatori e si analizzeranno quali tipi di beni sono commercializzabili attraverso Internet.
Si prenderà in considerazione la domanda e l’offerta di commercio elettronico a livello mondiale.
Si continuerà con l’analizzare l’impatto del commercio elettronico sulla catena del valore tradizionale delle aziende ed i problemi ancora non risolti: il problema della privacy, quello del regime fiscale da applicare, quello degli standard tecnologici che non si sono affermati e, forse il più importante, quello della sicurezza delle transazioni che scoraggia molte aziende ad investire in questo nuovo business.
Le banche in questo scenario potrebbero qualificarsi come elemento di connessione dei vari attori, come collettore tra domanda ed offerta sia dei propri prodotti/servizi che di quelli degli altri operatori non bancari.
Si focalizzerà l’attenzione sulla domanda ed offerta bancaria in Italia, sull’impatto di Internet sulla catena del valore delle banche e sull’importanza acquisita dalle componenti immateriali dei beni.
Ciò che conta non è più produrre per vendere attraverso le azioni di marketing, bensì raccogliere informazioni sul cliente, capire i suoi bisogni e cercare di soddisfarli.
Come conseguenza logica del ruolo assunto dall’informazione si descriverà come in questa società della conoscenza perdano importanza gli intermediari tradizionali ed, al contrario, ne acquistino gli intermediari dell’informazione, gli infomediari.
Anche l’organizzazione risulta interessata da questi mutamenti ed il management cerca di adeguarla alle nuove necessità.
Si evidenzieranno le minacce e le opportunità per le banche e le azioni strategiche che le stesse possono intraprendere, ad esempio creando comunità virtuali che permettano da un lato di raccogliere in tempi rapidi un ingente quantitativo di informazioni al fine di acquisire nuovi clienti e dall’altro di fidelizzare la propria clientela.
Le leve strategiche su cui le banche possono agire sono l’estensione, cioè il numero di consumatori e di prodotti offerti, la ricchezza, cioè la densità e la minuzia di informazioni, e l’affiliazione, cioè la possibilità di creare alleanze.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE. L’argomento su cui si incentra il presente lavoro riguarda le strategie di Internet banking in Italia. L’obiettivo è quello di analizzare le strategie adottate dalle banche italiane, con particolare attenzione a BANCA 121. Si partirà dall’analisi dei mutamenti nelle tecnologie di comunicazione che stanno portando verso un fenomeno di convergenza tecnologica. Successivamente si passa all’evoluzione di Internet ed al fatto che esso può rappresentare per molte aziende un nuovo canale per sviluppare rapporti commerciali con i consumatori e con gli altri attori lungo il canale di marketing. Si descriverà come Intranet, strumento di connessione delle risorse umane e delle varie divisioni all’interno dell’azienda, ed Extranet, elemento di collegamento con gli operatori esterni abilitati, possano risultare un valido strumento di diffusione delle informazioni all’interno e all’esterno della realtà aziendale. La possibilità di sviluppare forme di commercio elettronico attraverso Internet pone dinanzi a vari problemi, il primo dei quali è definitorio; si vedranno quindi le varie definizioni fornite dagli operatori e si analizzeranno quali tipi di beni sono commercializzabili attraverso Internet. Si prenderà in considerazione la domanda e l’offerta di commercio elettronico a livello mondiale. Si continuerà con l’analizzare l’impatto del commercio elettronico sulla catena del valore tradizionale delle aziende ed i problemi ancora non risolti: il problema della privacy, quello del regime fiscale da

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco De Rosa Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5073 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.