Skip to content

From Organizational Learning to Theory U

Informazioni tesi

  Autore: Desirèe Rezzi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Economia
  Corso: International Business and Economics
  Relatore: Piero Mella
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 167

During my master degree studies I had the opportunity to work in an Audit firm. In such environment I unfortunately shared my days with people which were bored of their daily job, without any enthusiasm nor passion. At the end of my internship I wondered: “ Does exist a way of working that could make people eager with a better communication and in which risk taking and new ideas together with continual learning and innovation are key elements of the company?” William O’Brien, CEO of the Hanover Insurance companies says: “People enter business as bright, well-educated, high-energy people, full of energy and desire to make a difference; but with the time they lose the commitment, the sense of mission and the excitement with which they started their careers”.

This dissertation will be based basically on the description and analysis of the Learning Organization: It’s pretty complex to easily describe what a learning organization is. Please find here a couple of definitions: It’s when organizational leaders stimulate new ways of thinking and acting amongst individuals, groups, and communities (Bontis, Crossan, & Hulland, 2002; Nonaka, 1994). When an organization’s capacity to learn, so to acquire, apply, and spread new insights, has been touted as the fundamental strategic capability (Fiol & Lyles, 1985). When leading source of competitive advantage (de Geus, 1988, 1997; Stata, 1989). Place where people continually expand their capacity to create the results they truly want, where new and expansive patterns of thinking are supported, where collective aspiration is set free, and where people are continually learning how to learn together (Senge, 1990).

Always O’Brien says as well: “I talk with people all over the country about learning organizations, and the response is always very positive. If this type of organization is so widely preferred, why don’t people create such organizations? I think the answer is leadership. People have no real comprehension of the type of commitment it requires to build such an organization.” Although individual members are the mechanisms through which organizational learning generally occurs, the knowledge that individuals acquire would have to be embedded in a supra-individual repository for organizational learning to occur.

That is, the individual’s knowledge would have to be embedded in the organization so that other members could access it, even if the individual left the organization.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
15 1.1 Literature Review In this chapter I will consider eight authors that provide a definition of the Learning Organization. The core of most definitions is that organizational learning is a change within the organization that occurs as the organization acquires experience. The question then becomes: changes in what? Knowledge is the outcome of learning. The core definition of Argote (2011) is that Organizational Learning can be analyzed through a framework which is formed by a context: as a start of an operation for an organization; the organizational context: it affects the experience that the organization acquires and interacts with experience to create knowledge; and finally by the knowledge: the results from organizational learning, embedded in the context and concerns future experience (Argote, 2011). Argyris and Schon’s (1974) Organizational Learning theory is based on the understanding of two mode of activities: “Espoused theories” that represent what someone says they would do in a certain situation and comprised their beliefs, attitudes, and values and a “Theories-in-use” that represent what they actually do. Another important consideration that Argyris (1993) writes is that while in building learning organization we have to be vigilant about detecting and correcting errors, dedicated to producing innovations, and ready to change to meet the demands of the environment, which itself is often changing (Argyris, 1993). David Garvin (1993), professor at the Harvard Business School, writes about three critical question that are still unresolved and must be considered before a company start creating a learning organization; each of these are necessary for an effective enhancement. The first one regards the meaning: we need a plausible, well-grounded, easy-to-apply definition of a learning organization which can be easy to apply. Second one is management: we need better operational guidelines for practice, filled with operational advice rather than high aspirations. Finally, better tools for measurement can assess an organization's rate and level of learning to ensure that gains have in fact been made. You can't manage something if you can't measure it (Garvin, 1993). “An entity learns if, through its processing of information, the range of its potential behaviors is changed” (Huber, 1991, p.89). This author, reflect on four concept-processes: Knowledge acquisition is the process by which knowledge is obtained; Information distribution is the process by which information from different sources is shared and leads to new information; Information

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

leadership
learning organization
organizational learning
shell
innovation
peter senge
theory u
hanover insurance
archetype
limits to growth

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi