Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Applicazioni mobili cross-platform: analisi e implementazione

La tesi riguarda un progetto esplorativo svolto per l'azienda Visionest Srl di Padova, la quale sentiva l'esigenza di espandere il proprio business nell'ambito dello sviluppo di applicazioni cross-platform per Smart Mobile Device (SMD), quali tablet e smartphone ad oggi sempre più diffusi. L'obiettivo principale riguarda un'analisi dettagliata dei migliori framework di sviluppo ad oggi disponibili (DHTMLX Touch, Dojo Mobile, jQTouch, jQuery Mobile, Kendo UI Mobile, M-Project, Sencha Touch e Wink) e per gli scopi del progetto la selezione ragionata del più idoneo a fornire il supporto necessario al team di sviluppo aziendale. L'utilizzo delle tecnologie Web ha richiesto di analizzare e valutare i benefici delle funzionalità che HTML5 mette a disposizione per la realizzazione di applicazioni mobili. Infine, il framework selezionato è stato utilizzato per l'implementazione di un prototipo, il quale costituisce la base dell'applicazione da rilasciare ad un'azienda cliente.
Le analisi e le considerazioni effettuate sono di particolare rilevanza anche per altre aziende che guardano con interesse allo sviluppo di applicazioni mobili cross-platform.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Questa tesi riguarda un progetto svolto con l’azienda Visionest Srl di Padova, la quale ha la necessità di espandere il proprio business nell’ambito dello sviluppo di applicazioni cross-platform per dispo- sitivi mobili, rendendosi così disponibile a soddisfare questa nuova tipologia di richieste. L’obiettivo principale riguarda la selezione di un framework 1 di sviluppo che sia di supporto agli sviluppatori dell’azienda, al fine di semplificare e velocizzarelarealizzazioneditaletipologiadiapplica- zioni. Lasceltadellostrumentoprendeinconsiderazionesialequali- tàefunzionalitàmesseadisposizionechelespecifichecaratteristiche ed esigenze della realtà aziendale coinvolta. Il progetto ha anche l’obiettivo di valutare la possibilità di riutiliz- zare i servizi Web già disponibili ed utilizzati negli attuali prodotti Visionest allo scopo di poterli integrare nelle applicazioni mobili. Infine, in relazione alle necessità di un’azienda cliente Visionest, è stato richiesto l’utilizzo del framework selezionato per lo sviluppo di un prototipo che costituirà la base per la realizzazione dell’applica- zione mobile cross-platform da rilasciare al committente. ￿.￿ ￿￿￿￿￿￿￿￿￿￿￿ ￿￿￿ ￿￿￿￿￿￿￿￿ Ilproblemaacuiilprogettofornisceunapossibilesoluzioneèstato sollevatodaVisionest,aziendachesioccupadiconsulenzarelativaal campo dell’Information Technology (IT) e, in maggior misura, dello sviluppo di software gestionale oltre alla fornitura di soluzioni e ser- vizistrettamentelegatiall’ambitodelBusinessProcessManagement 2 (BPM). Il progetto riguarda un vasto lavoro di studio ed analisi il cui sco- po è permettere a Visionest di capire come ed in quale misura le tecnologie Web client-side possono essere d’aiuto nello sviluppo di applicazioni per Smart Mobile Device, cioè dispositivi mobili le cui funzionalità vanno oltre la sola esigenza di telefonare e che si avvici- 1 È una struttura di supporto (dall’inglese intelaiatura) su cui sviluppare un si- stemasoftware, favorendoilriusodelcodicealfinedievitarediaffrontarepiùvolte gli stessi problemi. 2 Il BPM è una disciplina organizzativa che si occupa di definire, ottimizzare, monitorare ed integrare i processi aziendali al fine di renderli efficienti ed efficaci per il business aziendale. Per maggiori informazioni si veda [49, 140]. 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Fabrizio Vigato Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2106 click dal 27/03/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.