Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Generazione model-driven di interfacce utente per dispositivi mobili

Realizzazione di una applicazione Javascript ottimizzata per l’utilizzo su dispositivi mobile che permette la fruizione dei servizi erogati da un sistema chiamato Livebase. Essa doveva consentire l’interazione con la parte server dell’applicazione attraverso un insieme di servizi REST che questa offriva. Tale applicazione avrebbe dovuto offrire, se non tutte le funzionalità presenti nella versione dell’applicazione client esistente, almeno quelle più importanti.
Realizzazione di una applicazione Java per la generazione di applicazioni mobile strutturate sulla base del prototipo realizzato.

Mostra/Nascondi contenuto.
iv Introduzione Contesto La continua ed incessante evoluzione delle reti ha portato negli ultimi anni ad una parallela crescita di tecnologie che basano la propria esistenza sulle opportunità che una tale copertura capillare garantisce. Il fenomeno del Cloud Computing prende piede proprio in questo panorama, tale modello di business si discosta da quello classico, secondo cui le risorse hardware e software sono intese come prodotti, identificando gli stessi come servizi. Esistono diverse modalità di erogazione per tali servizi una delle quali è il Platform As A Service che prevede di fornire all’utente un insieme di strumenti, librerie, programmi per lo sviluppo e servizi di deploy ed erogazione delle web application. I vantaggi che apporta tale approccio allo sviluppo sono un taglio netto di tutti gli aspetti relativi all’organizzazione interna e alle gestione del servizio che vengono visti a scatola chiusa da parte dell’utente, scalabilità ed affidabilità garantite dal fornitore del servizio, assenza degli onerosi costi iniziali e di tutte le problematiche ad esso associate come ad esempio una stima errata delle risorse necessarie. In tale contesto si inserisce Livebase, una piattaforma realizzata dalla azienda Fhoster. Essa consente la generazione semi automatica di applicazioni web per la gestione dei dati partendo da modelli descritti in un linguaggio derivato dall’UML. Tale approccio riduce drasticamente i tempi di sviluppo e dà, anche ad utenti con limitata conoscenza informatica, la possibilità di creare autonomamente una applicazione per le proprie esigenze. Le applicazioni generate con Livebase sono offerte all’utente proprio come servizi del cloude, esso si occuperà di manutenerle ed offrirle agli utilizzatori. Tali applicazioni saranno presentate in modalità Software As A Service, cioè la modalità secondo cui viene offerta una applicazione in remoto, un prodotto finale e non un’intera piattaforma con tutti gli strumenti associati.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Valerio Meneguzzo Contatta »

Composta da 99 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 406 click dal 26/03/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.