Skip to content

Verifica sismica della tribuna d'onore dello Stadio ''Del Duca'' di Ascoli

Informazioni tesi

  Autore: Cristina Petrini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università Politecnica delle Marche
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Edile
  Relatore: Luigino Dezi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

La presente tesi ha come obiettivi la verifica sismica della tribuna d’onore dello Stadio Del Duca di Ascoli e la conseguente ipotesi di intervento. Le fasi operative sono 3: la conoscenza dell’edificio, l’analisi del modello strutturale e l’ipotesi di intervento. Lo Stadio Cino e Lillo Del Duca, o Stadio delle Zeppelle, si trova nel comune di Ascoli Piceno. La struttura attuale interamente in c.a. si presenta suddivisa in 4 parti: la tribuna ovest, la tribuna est, la curva nord, la curva sud. Inoltre le gradinate est e ovest, antistanti le tribune, poggiano su telai propri. Per questo motivo è stato possibile studiare separatamente la tribuna d’onore, ovvero la tribuna coperta, che è stata realizzata nel 1958 e collaudata nel 1962.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 INTRODUZIONE Un terremoto è un evento naturale che scatena forti vibrazioni nel suolo e libera l’energia accumulata in seguito ai movimenti ai quali è continuamente sottoposta la crosta terrestre. L’Italia è un Paese ad elevata sismicità e l’intero territorio è considerato a rischio sismico. La ricerca scientifica in ogni campo ha tentato di opporsi alle distruzioni e alle rovine provocate dai terremoti. Da diversi anni, infatti, sono state introdotte metodologie per la valutazione del rischio sismico sugli edifici, al fine di conoscere il danno atteso a seguito di una scossa su una determinata realtà urbana, cercando di individuare tutti gli elementi ad alto rischio. In questo ambito, appare quindi di notevole importanza la valutazione del rischio delle “opere che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso” (OPCM 3274/03), come le “strutture aperte al pubblico suscettibili di grande affollamento, il cui collasso può portare gravi conseguenze in termini di vite umane” (Decreto 21 ottobre 2003 n. 3685). Nella presente tesi, si pone l’attenzione sulla vulnerabilità sismica dello Stadio Cino e Lillo Del Duca di Ascoli Piceno, che risulta essere un impianto calcistico a grande affollamento, in quanto può ospitare circa 20000 spettatori. In particolare si studierà la tribuna d’onore dello stadio, caratterizzata da una copertura a sbalzo di 11 m. La vulnerabilità sismica è, per definizione, la propensione di una struttura a subire un danno a fronte di un evento sismico. La vulnerabilità del costruito è principalmente imputabile alla carenza di alcuni requisiti fondamentali che investono diverse componenti della struttura, dal terreno al sistema di fondazione, dagli orizzontamenti alle strutture verticali. Altre cause sono attribuite alla scarsa manutenzione o alla cattiva qualità dei sistemi strutturali realizzati. Le condizioni del patrimonio costruito sono spesso molto scarse, a causa di incertezze connesse alla progettazione, all’esecuzione, allo stato di conservazione, che rendono le strutture inadeguate. In Italia il patrimonio edilizio è nel 50% dei casi costruito in calcestruzzo armato. Il patrimonio strutturale italiano è per la maggior parte costituito da sistemi spesso non antisismici e di non recente edificazione. Sul territorio italiano sono presenti elevatissime percentuali di edifici ed infrastrutture che hanno superato, in termini

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

frp
stati limite
vulnerabilità sismica
stadio
cfrp
pushover
verifica sismica
azione del vento
analisi non lineari
pensilina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi