Skip to content

La metodologia delle reti neurali per l'analisi delle variabili finanziarie

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Patalacci
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Pierluigi Daddi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 198

Le Reti Neurali Artificiali sono una tecnologia impiegata nell’elaborazione di informazioni, la cui ricerca, nota come corrente del Connessionismo, risale già agli anni ‘40.
Il concetto che sta alla base di questi sistemi è che essi sono in grado di apprendere ed automigliorarsi, sfruttando le informazioni accumulate in precedenza. E’ per questo motivo che si riscontra una forte analogia con il sistema di apprendimento dell’essere umano: entrambi apprendono dall’esperienza. Come l’uomo, impara a parlare, a memorizzare e riconoscere oggetti diversi tra di loro, così le Reti Neurali riescono a riconoscere e distinguere le peculiarità fondamentali che caratterizzano un insieme di dati.
Nella loro configurazione originaria, le Reti Neurali sono sistemi computazionali paralleli, composti da unità elementari di processo, chiamate neuroni, le quali sono tra loro legate da un sistema più o meno complesso di connessioni funzionali che rappresentano le “vie” di trasmissione dei segnali tra le varie unità. Ciascun neurone produce un valore di uscita, detto stato di attivazione, che è funzione non lineare della somma ponderata dei segnali che riceve in entrata dai neuroni ad esso adiacenti.
Impiegate inizialmente nel campo delle scienze cognitive ed ingegneristiche, attualmente le Reti Neurali hanno suscitato un interesse crescente anche negli ambienti statistici, economici e finanziari, poiché rappresentano uno strumento molto flessibile e potente per l’analisi di dati.
In questo contesto, tale strumento viene impiegato per la costruzione di modelli capaci di individuare le leggi generatrici dei fenomeni economici sulla base del campione di dati disponibili e di definire previsioni sufficientemente corrette sfruttando, in un certo qual modo, l’informazione tratta dall’esperienza passata e insita dagli stessi dati storici.
Per la loro particolare capacità di analizzare i dati, le Reti Neurali possono essere considerate uno strumento complementare rispetto ai metodi statistici tradizionali. Sebbene esse nascano in un contesto che si trova al di fuori di quello dell’applicazione statistica, l’intersezione tra analisi statistica e reti, almeno a livello potenziale, riguarda molti aspetti.
Spesso definite come “scatole nere”, le Reti Neurali riscontrano grande interesse nell’analisi esplorativa di dati che non possono essere specificati prima della costruzione del modello che meglio ne simula il comportamento.
Esse, infatti, sono collocabili tra le tecniche di inferenza induttiva (come ad esempio la regressione non parametrica o l’analisi discriminante) e all’interno della classe di modelli Data-Driven, ove non si richiedono assunzioni a priori sulla forma o sulla distribuzione dei dati osservati, o non vi è possibilità di individuare l’esistenza di pattern caratteristici al loro interno. In queste circostanze, il sistema trova in modo autonomo le correlazioni esistenti tra le variabili oggetto di analisi, ricavandole unicamente dalle informazioni fornitegli dal comportamento dei dati disponibili.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
V Introduzione Frequentemente ci è capitato di sentire enunciare il principio secondo cui “l’uomo apprende attraverso l’esperienza”. Tale principio acquista un significato particolare nel mondo economico, dove la motivazione che sta alla base dello studio delle leggi che governano i fenomeni economici, è poter prevedere cosa accadrà nel futuro. Ciò è realizzabile solo se si fa riferimento a quello che si è appreso nel passato, in quanto l’esperienza è la chiave che permette di catturare e valutare quello che è già accaduto e, conseguentemente, di addentrarsi negli eventi futuri. Le Reti Neurali Artificiali sono una tecnologia impiegata nell’elaborazione di informazioni, la cui ricerca, nota come corrente del Connessionismo, risale già agli anni ‘40. Il concetto che sta alla base di questi sistemi è che essi sono in grado di apprendere ed automigliorarsi, sfruttando le informazioni accumulate in precedenza. E’ per questo motivo che si riscontra una forte analogia con il sistema di apprendimento dell’essere umano: entrambi apprendono dall’esperienza. Come l’uomo, impara a parlare, a memorizzare e riconoscere oggetti diversi tra di loro, così le Reti Neurali riescono a riconoscere e

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi