Skip to content

''L'Alfabetizzazione è Libertà''. Dall'azione delle Nazioni Unite al contributo di Nelson Mandela nella lotta contro l'analfabetismo in Africa Sub-Sahariana: I casi del Ghana e del Gambia

Informazioni tesi

  Autore: Sandra Uselli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Governance e Sistema Globale
  Relatore: Bianca Maria Carcangiu
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 150

Il secondo conflitto mondiale, precedente alla Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo, negò i valori fondamentali dell’uomo sostituendoli con ignoranza, pregiudizio, la dottrina razziale e la disuguaglianza degli uomini. Da tale consapevolezza nacque l’UNESCO (United Nations Educational Scientific and Cultural Organization). Gli stati membri riconobbero che l’ampia diffusione della cultura e l'educazione dell'umanità per la giustizia, la libertà e la pace sono indispensabili per la dignità dell'uomo e costituiscono un dovere sacro che tutte le nazioni devono adempiere in uno spirito di mutua assistenza. Credendo nella possibilità di piene e pari opportunità per l'istruzione per tutti, concordarono nello sviluppare e aumentare i mezzi di comunicazione tra i loro popoli, impiegandoli ai fini della conoscenza e comprensione reciproca e per gli obiettivi della pace internazionale e del bene comune del genere umano.
Da queste considerazioni, furono stabilite due maggiori priorità. La prima è il raggiungimento dei sei obiettivi Education For All (EFA) nel Quadro d’Azione di Dakar 2000-2015:
- espandere e migliorare a livello globale l’istruzione e la cura della prima infanzia, soprattutto per i bambini più vulnerabili e svantaggiati;
- assicurare che entro il 2015 tutti i bambini, in particolare le bambine in circostanze difficili e quelle appartenenti a minoranze etniche, abbiano accesso a un’istruzione primaria completa, gratuita, obbligatoria e di buona qualità;
- assicurare che i bisogni di apprendimento dei giovani e degli adulti siano soddisfatti attraverso un accesso equo a un adeguato apprendimento e ai programmi sulle capacità della vita pratica;
- raggiungere il miglioramento del 50 % nei livelli di alfabetizzazione degli adulti entro il 2015, specialmente per le donne, e un accesso equo all’istruzione di base e continua per tutti gli adulti;
- eliminare le disparità di genere nell’istruzione primaria e secondaria entro il 2005 e raggiungere l’uguaglianza di genere nell’istruzione entro il 2015, focalizzando l’attenzione nell’assicurare un accesso equo e un’istruzione di base di buona qualità per le donne;
- migliorare tutti gli aspetti della qualità dell’istruzione e assicurare l’eccellenza di tutti così che i risultati di apprendimento riconosciuti e misurabili siano raggiunti da tutti, specialmente nell’alfabetizzazione, numerazione e nelle capacità di vita essenziali.

Riconoscendo l’importanza e l’impatto che l’istruzione ha anche su altri aspetti della vita delle persone, sono state sviluppate diverse iniziative. Tra le più importanti la Decade delle Nazioni Unite per l’Alfabetizzazione 2003-2012, la Decade delle Nazioni Unite sull’Istruzione per lo Sviluppo Sostenibile 2005-2014 e l’Iniziativa EDUCAIDS.

La Conferenza Mondiale EFA, mediante l’adozione della Dichiarazione Mondiale EFA, stabilì precisi obiettivi che ciascuno stato avrebbe dovuto perseguire, richiedendo loro una valutazione dei progressi in occasione del Forum sull’Istruzione Mondiale, dove fu adottato il Quadro d’Azione di Dakar e i cui risultati sono stati illustrati in occasione di sei conferenze tenutesi tra il 1999 e il 2000. Il Forum di Dakar ha impegnato i paesi nello sviluppo di piani nazionali EFA per il raggiungimento degli obiettivi non oltre il 2015 o nel rafforzamento dei piani nazionali esistenti, e la compilazione dei Documenti Strategici per la Riduzione della Povertà (PRSP) al massimo entro il 2002. La responsabilità degli stati fu garantita dalla creazione dell’EFA Global Monitoring Report, una relazione redatta con lo scopo di valutare anno dopo anno i progressi compiuti dai vari paesi verso gli obiettivi EFA e discutere su particolari situazioni legate al tema dell’istruzione, la prima delle quali fu commissionata nel 2002. Altre iniziative importanti sono state il NEPAD (New Partnership for Africa’s Development) , il Partenariato Globale per l'Educazione e la “Global Business Coalition for Education”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il secondo conflitto mondiale, precedente alla Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo, negò i valori fondamentali dell’uomo sostituendoli con ignoranza, pregiudizio, la dottrina razziale e la disuguaglianza degli uomini. Da tale consapevolezza nacque l’UNESCO (United Nations Educational Scientific and Cultural Organization). Gli stati membri riconobbero che l’ampia diffusione della cultura e l'educazione dell'umanità per la giustizia, la libertà e la pace sono indispensabili per la dignità dell'uomo e costituiscono un dovere sacro che tutte le nazioni devono adempiere in uno spirito di mutua assistenza. Credendo nella possibilità di piene e pari opportunità per l'istruzione per tutti, concordarono nello sviluppare e aumentare i mezzi di comunicazione tra i loro popoli, impiegandoli ai fini della conoscenza e comprensione reciproca e per gli obiettivi della pace internazionale e del bene comune del genere umano. Da queste considerazioni, furono stabilite due maggiori priorità. La prima è il raggiungimento dei sei obiettivi Education For All (EFA) nel Quadro d’Azione di Dakar 2000-2015: - espandere e migliorare a livello globale l’istruzione e la cura della prima infanzia, soprattutto per i bambini più vulnerabili e svantaggiati; - assicurare che entro il 2015 tutti i bambini, in particolare le bambine in circostanze difficili e quelle appartenenti a minoranze etniche, abbiano accesso a un’istruzione primaria completa, gratuita, obbligatoria e di buona qualità; - assicurare che i bisogni di apprendimento dei giovani e degli adulti siano soddisfatti attraverso un accesso equo a un adeguato apprendimento e ai programmi sulle capacità della vita pratica; - raggiungere il miglioramento del 50 % nei livelli di alfabetizzazione degli adulti entro il 2015, specialmente per le donne, e un accesso equo all’istruzione di base e continua per tutti gli adulti; - eliminare le disparità di genere nell’istruzione primaria e secondaria entro il 2005 e raggiungere l’uguaglianza di genere nell’istruzione entro il 2015, focalizzando l’attenzione nell’assicurare un accesso equo e un’istruzione di base di buona qualità per le donne; - migliorare tutti gli aspetti della qualità dell’istruzione e assicurare l’eccellenza di tutti così che i risultati di apprendimento riconosciuti e misurabili siano raggiunti da tutti, specialmente nell’alfabetizzazione, numerazione e nelle capacità di vita essenziali. Riconoscendo l’importanza e l’impatto che l’istruzione ha anche su altri aspetti della vita delle persone, sono state sviluppate diverse iniziative. Tra le più importanti la Decade delle Nazioni Unite per l’Alfabetizzazione 2003-2012, la Decade delle Nazioni Unite sull’Istruzione per lo Sviluppo Sostenibile 2005-2014 e l’Iniziativa EDUCAIDS.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

istruzione
globalizzazione
nelson mandela
unesco
unicef
african national congress
obiettivi di sviluppo del millennio
analfabetismo
africa sub-sahariana
education first

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi