Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il controllo elettronico e satellitare dei soggetti ammessi ad una sanzione di probation e il ruolo del servizio sociale: l'evoluzione dagli anni '90 ad oggi in Inghilterra, Galles e Scozia

Il monitoraggio elettronico o satellitare (electronic monitoring) è un sistema di reclusione domiciliare finalizzato a controllare e modificare il comportamento del colpevole con l'obiettivo di migliorarlo. Questo provvedimento rappresenta una sanzione alternativa alla detenzione e permette ai condannati, altrimenti ion carcere, di poter restare nella propria abitazione, con restrizioni sulla propria libertà. condanne che implicano l'utilizzo del monitoraggio elettronico si sono sviluppate inizialmente negli Stati Uniti, ma questo sistema per i trasgressori opera oggi in diverse parti del mondo. Il monitoraggio elettronico può altrettanto essere visto come una delle alternative più allettanti all'incarcerazione, appositamente adottata per alleggerire il problema del sovraffollamento delle carceri. il monitoraggio elettronico era già in uso in molti paesi dell'Europa occidentale all'inizio degli anni novanta; tra i paesi europei che fanno maggiormente ricorso a tale tecnologia nel controllo dei condannati ammessi a beneficiare di sanzioni di comunità ci sono il Regno Unitoe la Scozia. Tra questi il Regno Unito è stato il primo paese che ha sperimentato l'utilizzo delle sanzioni alternative alla detenzione. le sanzioni alternative alla detenzione infatti, che si concretano in programmi di aiuto e sostegno al reinserimento sociale del condannato, erano già presenti, fin dal secolo scorso, nei Paesi anglosassoni. Le sanzioni alternative, comunemente dette anche misure di comunità, rappresentano una modalità di esecuzione della pena che tenta di superare gli effetti deleteri della carcerazione sulla radicalizzazione delle scelte delinquenziali, fornendo nel contempo opportunità di percorsi esistenziali affrancati dal crimine.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Prefazione L’obiettivo di questa tesi è quello di fornire una analisi critica della questione relativa all’attuazione di programmi di monitoraggio elettronico, attraverso lo studio dell’ applicazione dello stesso sui condannati del Regno Unito, mediante tecniche di ricerca bibliografica, attraverso l’utilizzo del metodo qualitativo dell’intervista semi-strutturata e mediante la partecipazione ad un seminario presso The All souls college ad Oxford nel Regno Unito. Il monitoraggio elettronico è stato spesso definito una sanzione di comunità alternativa al carcere, che prevede per alcune tipologie di reati e di condannati, la libertà vigilata attraverso l’utilizzo di strumenti elettronici (braccialetti, microchip) applicati sul corpo del condannato stesso, che non gli permettono di allontanarsi dal luogo designato. Diversi sono i pareri degli esperti, alcuni dei quali definiscono il monitoraggio elettronico utile ai fini della rieducazione del condannato, altri invece sostengono sia solamente un espediente per evitare il sovraffollamento delle carceri, caratteristica che oggigiorno accomuna molti paesi occidentali. Da qui nasce l’esigenza di capire se il monitoraggio elettronico abbia davvero una funzione rieducativa per il condannato e in quale maniera l’utilizzo di questa tecnica si rapporti poi con il servizio sociale. In questo elaborato verranno esaminate le implicazioni teoriche dello sviluppo e dell’ introduzione di programmi di monitoraggio elettronico. La tesi verrà suddivisa in quattro capitoli principali: Il primo capitolo rappresenta la parte introduttivo-teorica nella quale si ripercorre storicamente la nascita e lo sviluppo del monitoraggio elettronico con particolare attenzione al ruolo rivestito storicamente nel Regno Unito. L’excursus passerà anche attraverso lo studio della legislazione che ha accompagnato l’evoluzione del monitoraggio elettronico nel Regno Unito.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Michela Polidori Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 827 click dal 10/04/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.