Skip to content

Analisi dell'efficienza del mercato: il caso Ubi Banca

Informazioni tesi

  Autore: Tania Quarchioni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia: Banche, Aziende e Mercati
  Relatore: Francesca Pampurini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

Il tema dell’efficienza dei mercati finanziari, della sua concreta realizzabilità e dei suoi potenziali effetti sul sistema economico-finanziario si pone da decenni al centro del dibattito scientifico, interessando accademici, istituzioni e investitori.
In particolare, gli operatori si interrogano sull’efficienza informativa del mercato, ovvero sulla capacità dei prezzi degli strumenti finanziari di riflettere tempestivamente e correttamente tutte le informazioni disponibili. Si indaga, in tal senso, per capire quali condizioni il mercato dovrebbe soddisfare per garantirne il corretto funzionamento, se i prezzi espressi dalle quotazioni dei titoli azionari siano effettivamente rappresentativi del reale valore dell’azienda emittente, o ancora se sia possibile adottare strategie di investimento tali da conseguire degli extra-profitti, sfruttando eventuali elementi di imperfezione o inefficienza del mercato finanziario.
Dal punto di vista pratico, la naturale ed ineliminabile asimmetria che caratterizza la distribuzione delle informazioni rende molto probabile l’incapacità del mercato di raggiungere una condizione ottimale, ma non è esclusa la possibilità di riscontrare un grado di efficienza di intensità minore, con particolare riferimento al set informativo considerato.
L’obiettivo dell’elaborato è testare l’efficienza informativa semi-forte del mercato, ossia la capacità dei prezzi di riflettere tutta l'informazione contenuta nelle serie storiche di dati e qualunque altra informazione di dominio pubblico. Se il mercato è efficiente, gli effetti di una news si riflettono immediatamente sui prezzi delle azioni, perciò è interessante analizzare le loro variazioni in una finestra temporale ridotta a cavallo dell’evento. A tal fine, lo strumento utilizzato è la metodologia event study, largamente usato anche in altri campi, che permette di misurare l’impatto di uno specifico evento sul/i titolo/i in esame e analizzare la reazione del mercato rilevando eventuali anomalie di rendimenti e volumi significative.
In particolare, nel primo capitolo viene esposta la teoria di efficienza dei mercati finanziari, di cui Fama è il fondatore, con una breve rassegna dei maggiori contributi e delle risultanze delle verifiche empiriche condotte negli ultimi decenni. Nel secondo capitolo viene ampliamente approfondita la metodologia event study, con la descrizione delle relative fasi di applicazione. Nel terzo capitolo viene proposta una verifica empirica condotta sul titolo azionario Ubi Banca, sul quale si misura l’effetto prodotto dall’annuncio al mercato di un aumento di capitale sociale tramite l’emissione di nuove azioni, verificando la velocità di aggiustamento del prezzo all’informazione e osservando la distribuzione di rendimenti e volumi anomali significativi per capire la reazione degli operatori e rintracciare eventuali segni di anticipazione del mercato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO 1 LA TEORIA DI EFFICIENZA DEI MERCATI FINANZIARI 1.1 Mercati finanziari efficienti Il tema dell’efficienza dei mercati finanziari, della sua concreta realizzabilità e dei suoi potenziali effetti sul sistema economico-finanziario si pone da anni al centro del dibattito scientifico, interessando accademici, istituzioni e investitori. I mercati finanziari sono efficienti? I prezzi espressi dalle quotazioni dei titoli azionari sono effettivamente rappresentativi del reale valore dell’azienda emittente? Quali condizioni dovrebbe soddisfare il mercato per garantirne il corretto funzionamento? E’ possibile adottare delle trading rules per conseguire degli extra-profitti? Sono solo alcuni degli interrogativi ai quali si cerca di rispondere. Nonostante il susseguirsi di elaborazioni teoriche e verifiche empiriche nel secolo scorso, ad oggi resta ancora complicato dare risposte uniformemente accettate e condivisibili. Un esempio significativo è dato dalla contrapposizione di diversi pensieri circa la valutazione delle dinamiche di formazione dei prezzi, tra chi appoggia pienamente la teoria dell’efficienza e chi tenta di smentirla attraverso l’analisi tecnica. Al fine di valutare il funzionamento di un mercato si è soliti misurarne il grado di perfezione e di efficienza. Un mercato è considerato perfetto quando tutti gli operatori dispongono di una assoluta omogeneità di informazioni. Ciò significa che tutti gli investitori devono avere le medesime informazioni sugli strumenti finanziari oggetto di scambio. Nella realtà è impossibile che si verifichi tale condizione. Infatti, le informazioni non sono distribuite in modo effettivamente uniforme: non tutti possono essere interessati a sostenere i costi per procurarsi l’intero set di informazioni ottenibili, e non tutti sono nella condizione di avere accesso alla totalità di informazioni. Sussiste, perciò, una situazione di asimmetria informativa, ossia le informazioni non sono uniformemente distribuite tra gli operatori del mercato, con l’effetto che qualcuno di essi gode di vantaggi rispetto agli altri. Il mancato riscontro nella realtà della caratteristica di perfezione porta a valutare un mercato sulla base del concetto di efficienza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

event-study
efficienza mercati finanziari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi