Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Al servizio del Granduca: l'epica e lo spettacolo delle armi

Il seguente lavoro ha avuto come scopo quello di indagare, all’interno della produzione spettacolare fiorentina, quegli aspetti d’immagine legati ai temi epici dell’Orlando Furioso di Ariosto e, principalmente, della Gerusalemme liberata di Tasso. Attraverso questi due grandi poemi sono state cercate quelle fonti letterarie, drammaturgiche e figurative che ne derivassero direttamente, ne riprendessero alcuni aspetti e temi o semplicemente si inserissero nel clima della “moda” cavalleresca, il cui più fiorente momento si colloca tra il 1589 e il 1637 circa, le importati date che segnano i confini temporali di questo percorso e che appartengono al periodo più fecondo della spettacolarità granducale medicea, con le nozze dei due Fernando: nel 1589 Ferdinand I sposa Cristina di Lorena, mentre nel 1637 Ferdinando II convola a nozze con Vittoria della Rovere. Entrambi gli eventi sono ricordati per le grandi e fastose feste celebrative in campo teatrale.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione Il seguente lavoro ha avuto come scopo quello di indagare, all’interno della produzione spettacolare fiorentina, quegli aspetti d’immagine legati ai temi epici dell’Orlando Furioso di Ariosto e, principalmente, della Gerusalemme liberata di Tasso. Attraverso questi due grandi poemi sono state cercate quelle fonti letterarie, drammaturgiche e figurative che ne derivassero direttamente, ne riprendessero alcuni aspetti e temi o semplicemente si inserissero nel clima della “moda” cavalleresca, il cui più fiorente momento si colloca tra il 1589 e il 1637 circa, le importati date che segnano i confini temporali di questo percorso e che appartengono al periodo più fecondo della spettacolarità granducale medicea, con le nozze dei due Fernando: nel 1589 Ferdinand I sposa Cristina di Lorena, mentre nel 1637 Ferdinando II convola a nozze con Vittoria della Rovere. Entrambi gli eventi sono ricordati per le grandi e fastose feste celebrative in campo teatrale. Il lavoro ha preso le mosse dalla volontà di comprendere quali furono le esigenze che spinsero la famiglia Medici a legittimare il proprio potere attraverso l’utilizzo dell’epica e dell’immagine cavalleresca. La ricerca di questo tipo di legittimazione risiedeva nelle stesse presunte origini medievali, che ogni casata nobiliare ricercava per conferire maggior lustro alla propria famiglia. La famiglia Medici, in origine

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cecilia Ferretti Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 232 click dal 12/04/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.