Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Porsi davanti senza preoccupazioni - prostituzione e sicurezza sociale

Analizzerò i temi della sicurezza e della prostituzione sotto un’ampia angolazione considerando gli aspetti che ne caratterizzano il contrasto. Osserverò non solo l’approccio puramente scientifico appreso dai recenti studi del Master, che hanno puntato i riflettori specificatamente sul crimine, sulla sua investigazione e sui sistemi di sicurezza, ma esaminerò anche le valutazioni che le discipline umanistiche riservano allo studio dell’argomento.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 3 - - INTRODUZIONE La partenza Questa seconda tesi del mio percorso accademico ha volutamente un titolo enigmatico, ma la scelta riprende il significato etimologico dei termini trattati in essa. Le due voci, ripetute, approfondite e mesc olate nella mia trattazione nelle loro corrispondenze concettuali e concrete, sono in definitiva:  Prostituzione: dal latino “pro statuere” ossia porre davanti, e che assume il significato della mercanzia esposta davanti al negozio del padrone quale offerta in vendita;  Sicurezza: dal latino “sine cura” ovvero senza preoccupazioni , che indica propriamente una condizione utopistica in cui nulla e nessuno potrà procurare pericoli. Sostanzialmente il mio intento è quello di proporre un’analisi del fenomeno prostituzione mettendo in evidenza gli elementi che lo caratterizzano e che di conseguenza si ripercuotono sulla sfera della sicurezza divenendo un vero e proprio problema sociale. Analizzerò i temi della sicurezza e della prostituzione sotto un’ampia angolazione considerando gli aspetti che ne caratterizzano il contrasto. Osserverò non solo l’approccio puramente scientifico appreso dai recenti stud i del Master, che hanno puntato i riflettori specificatamente sul crimine, sulla sua investigazione e sui sistemi di sicurezza, ma esaminerò anche le valutazioni che le discipline umanistiche riservano allo studio dell’argomento. Mi soffermerò sulle problematiche che la prostituzione crea alla sicurezza nel suo complesso, quindi alle fratture che la stessa prostituzione crea nella microsfera individuale e nella macrosfera collettiva in un contesto socio-culturale contemporaneo considerando l’eredita concettuale che il passato ha lasciato attraverso le tradizioni e i valori morali tramandati nel tempo, ma soprattutto a quello che si percepisce nel vissuto quotidiano. “Si dice che la schiavitù è scomparsa dalla civiltà europea. E’ un errore. Essa esiste sempre, ma non pesa più che sulla donna, e si chiama prostituzione”. 1 1 Hugo V., I Miserabili, 1862

Tesi di Master

Autore: Cinzia Di Roma Contatta »

Composta da 46 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 507 click dal 30/04/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.