Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cesare Musatti nella storia della psicologia in Italia dieci articoli in rivista di psicologia 1952-1959

Questo lavoro si concentra sulla figura di Cesare Musatti e analizza il contributo che egli ha offerto alla pubblicazione di alcuni articoli nella Rivista di psicologia tra il 1952 e il 1959, avendo come sfondo l'evoluzione della psicologia italiana fino a metà del Novecento.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Questo lavoro, concentrandosi sulla figura di Cesare Luigi Musatti, analizza il contributo che egli ha offerto con la pubblicazione di alcuni articoli nella Rivista di Psicologia tra il 1952 e il 1959, avendo come sfondo l’evoluzione della psicologia italiana fino a metà Novecento. Per poter cogliere appieno l’importanza e l’ampiezza degli argomenti trattati negli articoli, si renderà necessario andare fino alle origini della psicologia in Italia, ai tentativi fatti dagli psicologi della prima generazione di organizzarla come scienza autonoma con metodo scientifico, oggetto e statuto epistemologico proprio. La volontà di costituire una scienza autonoma, non dipendente dalla filosofia e dalla fisiologia, portò gli studiosi della “nuova” disciplina – fra questi anche il Musatti e il suo maestro Vittorio Benussi – a considerare gli eventi psicologici sulla base di uno studio sistematico dei fenomeni mentali, dei concetti e delle leggi, frutto di una sperimentazione e di una produzione dottrinale propria. Il presente studio, nel passare in rassegna gli autori e le scuole di pensiero dei primi decenni del sec. XX, col richiamo agli avvenimenti di un passato non così lontano, potrà offrire un punto privilegiato di osservazione dell’evoluzione della disciplina e del contributo dato dai protagonisti. Il principale ambito della ricerca sarà, quindi, la storia della psicologia in Italia, l’apporto del Musatti e dei suoi allievi, la lettura e l’interpretazione dei temi affrontati negli articoli presi in esame, e in particolare quello relativo alla percezione. La tesi si compone di tre capitoli. Nel capitolo I, trattando delle origini della psicologia come scienza autonoma, si ripercorrono i primi passi della disciplina sotto l’influsso del positivismo evoluzionistico, si colgono i contributi degli scienziati dell’epoca, si assiste ad eventi importanti, quali la fondazione di laboratori

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Sabrina Licheri Matta Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 376 click dal 30/04/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.