Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Globalizzazione: storia e stato dell’arte

La globalizzazione è un argomento che da ormai molti anni suscita notevole interesse e accende dibattiti, interpretazioni e giudizi assai divergenti. La scelta di trattare questo tema scaturisce proprio dall’intento di approfondire i fattori che sono causa ed origine di questo fenomeno mondiale. Sentiamo spesso parlare di “globalizzazione” ma il suo significato in termini puntuali rimane per molti oscuro. Cercare di approfondirne le origini può aiutare a comprendere meglio di cosa si tratta e perché è così importante. In questo lavoro cercheremo di illustrare per quanto possibile l’evoluzione del fenomeno partendo dagli albori nel 1500 circa e andando ad esaminare le idee e le teorie economiche che secondo noi sono state maggiormente determinanti, in maniera più o meno consapevole, nel percorso evolutivo della globalizzazione. Lo faremo descrivendo tali idee e teorie, nonché i loro autori, per poi valutare le conseguenze che hanno avuto sull’economia reale e sulla società nei vari periodi storici considerati fino ad arrivare ad oggi, dove tratteremo il pensiero di alcuni economisti sullo stato attuale delle cose. Nel primo capitolo si parla del significato di “globalizzazione” e si intercettano le origini più remote del fenomeno; nel secondo capitolo si trova un excursus storico che va dal 1750 alla 1914 all’incirca, analizzando le idee economiche che hanno dominato e condizionato quel periodo; nel terzo capitolo si tratta della nascita delle prime organizzazioni mondiali e del contesto storico che le ha determinate; nel quarto ed ultimo capitolo si analizza il risultato di questo processo storico per capire dove ha portato.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo 1 Genesi 1 Dare un significato univoco e preciso del termine globalizzazione non è compito facile, ne è facile rintracciare le origini di questo fenomeno che può essere letto da più punti di vista: economico, sociale, culturale, giuridico ecc… per cui più che concetto unico, a sé stante, possiamo caratterizzare il discorso sulla globalizzazione come un repertorio di temi 2 . Nella maggior parte delle definizioni di globalizzazione di cui disponiamo giocano un ruolo centrale l’estensione, l’intensificazione e l’accelerazione delle relazioni su scala mondiale. Molto spesso quando si parla di questo argomento si fa riferimento ad un fenomeno dei nostri giorni, trascurando il fatto che esso può essere considerato, ed è questa la strada che qui seguiremo, come il risultato dell’operare congiunto e del rafforzarsi reciproco di processi di lunga durata che ad oggi risultano ancora incompleti e lacunosi. Partendo dal principio, infatti, possiamo rintracciare un inizio di pensiero “globale” nelle logiche economiche dei mercantilisti. Il mercantilismo fu una politica economica che prevalse in Europa dal XVI al XVIII secolo, basata sul concetto che la potenza di una nazione sia accresciuta dalla prevalenza delle esportazioni sulle importazioni. Seguendo le indicazioni del pensiero mercantilista un paese doveva incoraggiare le esportazioni e disincentivare le importazioni per mezzo di tariffe, dazi, tasse e qualsiasi altro mezzo che consentiva di raggiungere un attivo della bilancia commerciale. In particolare, in questo periodo di declino del feudalesimo e di crescita dello stato nazionale, i mercantilisti tentarono di individuare le politiche più appropriate al fine di favorire la potenza e la ricchezza della nazione. L’ipotesi fondamentale da cui essi muovevano era che la ricchezza globale del mondo fosse fissa. Costoro 1 Le notizie contenute in questo capitolo sono tratte da Jurgen Osterhammel, Niels P. Petersson 2003. 2 Gian Andrea Majone 2004, La Globalizzazione dei mercati: Storia, teoria istituzioni. pag. 7

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Edoardo Giacomo Giorgino Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3050 click dal 30/04/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.