Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Elio Fiorucci e i rapporti con gli artisti della scena newyorkese

'Elio Fiorucci e i rapporti con gli artisti della scena newyorkese'. Un lavoro che ripercorrendo la storia del brand Fiorucci e del suo ideatore Elio Fiorucci, cerca di mettere in luce il periodo vissuto nella città di New york dal marchio milanese. Attraverso il racconto degli incontri con alcuni degli artisti più importanti della città , vengono ricostruiti alcuni dei momenti più interessanti della prolifica scena culturale newyorkese, ideati e finanziati dal brand Fiorucci.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Assunto e obbiettivo della tesi Il marchio Fiorucci è cristallizzato nell’immaginario collettivo come una realtà fatta di sensazioni, suoni, colori e immagini. Un mondo libero e spensierato, nato e cresciuto sulle esperienze vissute sulla propria pelle da Elio Fiorucci, il fondatore dell’azienda, e da tutte le persone che hanno lavorato e collaborato con il marchio. Un mondo aperto alle influenze più originali e diverse che, cucite insieme dalla leggerezza di un folto gruppo di giovani creativi, sono state in grado di portare alla ribalta la creatività Italiana nel mondo, ma soprattutto di lasciare un segno indelebile nell’ universo della creatività. Una costante osservazione, carica di entusiasmo e curiosità, di tutte le nuove espressioni creative che il mondo proponeva: merci, comportamenti, musica, design, architettura ma soprattutto arte. Proprio questa curiosità, la continua predisposizione alla ricerca del nuovo che si manifesta nella capacità di guardare altrove, alla costante osservazione di esperienze e sensazioni inedite, si è trasformata ben presto nel motore trainante delle mie ricerche. Inizialmente il principale obbiettivo che avevo prefissato con la realizzazione di questa tesi era una ricostruzione, il più fedele possibile, della performance realizzata da Keith Haring e LA ΙΙ all’interno del negozio Fiorucci di via Passarella a Milano. Un’idea nata dall’associazione di due input acquisiti in tempi e modalità differenti, riguardanti la performance di Keith Haring e LAΙΙ, ma che presentavano evidenti divergenze:  Il primo contatto con la performance ideata da Elio Fiorucci e il suo staff è stato grazie alla mostra “ANNI SETTANTA, il decennio lungo del secolo breve”, svoltasi al palazzo della triennale di Milano nel 2008. La mostra ripercorreva e raccontava uno dei periodi più complessi e contraddittori della storia italiana. Attraversando l’intero decennio, gli anni ’70, veniva messo in mostra quel periodo così fortemente vitale e allo stesso tempo così tragico. Anni difficili, anni di conflitti sociali e politici, anni di piombo, contrapposti ai sogni e alla voglia di

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Andrea Zani Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 333 click dal 07/05/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.