Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Parità uomo donna in materia di lavoro

Nel mio elaborato ho approfondito l'aspetto relativo alla parità di genere nel mondo del lavoro. Partendo dai principi costituzionali (art. 3 e 37 Cost.), ho analizzato le varie fasi della disciplina legislativa riguardante la parità di trattamento e il divieto di discriminazioni. In tale excursus, ho fatto riferimento altresì alla normativa comunitaria nell'elaborazione del concetto di discriminazione e nella distinzione tra discriminazioni dirette ed indirette, per poi giungere ad analizzare le varie fattispecie nominate di discriminazioni, tra cui le molestie sessuali e le discriminazioni fondate sull'orientamento sessuale. Ho poi affrontato il tema delle discriminazioni nell'accesso al lavoro, nello svolgimento e nella cessazione del rapporto di lavoro, dando particolare rilievo, tra l'altro, al divieto di discriminazione retributiva e al licenziamento discriminatorio. Un capitolo dell'elaborato è poi dedicato alla tutela della maternità e paternità, anche adottive. In ultimo, un particolare riferimento è fatto alle Pari opportunità e alle cosiddette "azioni positive".

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I. PARITA’ DI TRATTAMENTO E NON DISCRIMINAZIONE NEL RAPPORTO DI LAVORO. 1.1 Parità di trattamento tra uomini e donne nel rapporto di lavoro: il richiamo agli artt. 3 e 37 della Costituzione. L’intera produzione legislativa in tema di occupazione femminile 1 , tesa in vario modo a valorizzare il ruolo della donna, a reprimerne la discriminazione e ad incentivarne con sempre maggior forza la presenza 1 Sul principio di non discriminazione e la parità di trattamento nel rapporto di lavoro, si veda, ex plurimus, M. V. BALLESTRERO, Dalla tutela alla parità. La legislazione italiana sul lavoro delle donne, Bologna, 1979; T. TREU, Commentario della Costituzione, a cura di G. BRANCA, Bologna-Roma, 1979; D. GOTTARDI, Lavoro delle donne, in Appendice del Novissimo Digesto italiano, Torino, 1983; B. BECCALLI, Donne in quota. È giusto riservare posti alle donne nel lavoro e nella politica?, Milano, 1999; A. FASANO, P. MANCARELLI, Parità e pari opportunità uomo-donna. Profili di diritto comunitario e nazionale, Torino, 2001; G. DE SIMONE, Dai principi alle regole. Eguaglianza e divieti di discriminazione nella disciplina dei rapporti di lavoro, Torino, 2001; M.G. GAROFALO (a cura di), Lavoro delle donne e azioni positive. L’esperienza giuridica italiana, Bari, 2002; D. IZZI, Eguaglianza e differenze nei rapporti di lavoro. Il diritto antidiscriminatorio fra genere e fattori di rischio emergenti, Napoli, 2005; M. ROCCELLA, M. P. AIMO, D. IZZI, Diritto comunitario del lavoro. Casi e materiali, Torino, 2006; SOLE24ORE, Enc. giur., Il diritto, 2007, Firenze; M. BARBERA, Il nuovo diritto antidiscriminatorio: il quadro comunitario e nazionale, Milano, 2007; G. ZILIO GRANDI, La sospensione del rapporto, in Trattato di diritto del lavoro, diretto da M. BESSONE, vol. I, Il rapporto di lavoro subordinato: costituzione e svolgimento, a cura di F. CARINCI, Torino, 2007; M. BARBERA, Parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro, in Enc. Giur., 2008; C. FAVILLI, La non discriminazione nell’Unione europea, Bologna, 2008; M. RINALDI, Il lavoro femminile e il concetto di pari opportunità, in Lavoro (Il diritto privato nella giurisprudenza), vol. II, Il lavoratore e R. STAIANO, Molestie sessuali, in Lavoro (Il diritto privato nella giurisprudenza), vol. IV, Licenziamento, mobbing, processo del lavoro, a cura di P. CENDON, Torino, 2009; L. CALAFÀ, D. GOTTARDI (a cura di), Il diritto antidiscriminatorio tra teoria e prassi applicativa, Roma, 2009; M. ROCCELLA, T. TREU, Diritto del lavoro della Comunità Europea, Padova, 2009; R. SANTUCCI, G. NATULLO, V. ESPOSITO, P. SARACINI (a cura di), Diversità culturali e di genere nel lavoro tra tutele e valorizzazioni, Milano, 2009; F. CARINCI, A. PIZZOFERRATO, Diritto del lavoro dell’Unione europea, Torino, 2010; L. GALANTINO, Diritto del lavoro, Torino, 2010; A. LASSANDARI, Le discriminazioni nel lavoro. Nozioni, interessi, tutele, in F. GALGANO (diretto da), Trattato di diritto commerciale e di Diritto pubblico dell’economia, Padova, 2010; L. LAZZERONI, Eguaglianza, lavoro, regole di parificazione. Linguaggi e percorsi normativi, Torino, 2011; A. VALLEBONA, Istituzioni di diritto del lavoro, II, Il rapporto di lavoro, Torino, 2011; P. CENDON (diretto da), Trattato dei nuovi danni, vol. IV, Padova, 2011; G. FALASCA, Manuale di diritto del lavoro, Milano, 2011; S. GIUBBONI, S. BORELLI, Discriminazioni, molestie, mobbing e R. VIANELLO, La sospensione della prestazione di lavoro e la tutela della funzione genitoriale in M. PERSIANI, F. CARINCI (diretto da), Trattato di diritto del lavoro, a cura di M. MARTONE, Vol. IV, Padova, 2012; A. VALLEBONA, La riforma del lavoro 2012, Torino, 2012; VALLEBONA, Breviario di diritto del lavoro, Padova, 2012;

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Donatella Casamassa Contatta »

Composta da 289 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7129 click dal 09/05/2013.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.