Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Morbo di Crohn: Ruolo assistenziale ed educativo dell'infermiere

Attraverso un semplice studio sulla patologia, il mio elaborato di tesi si presenta come UN PROTOTIPO DI TESI MOLTO SEMPLICE.

Mette in evidenza non solo le conoscenze della patologia, molto diffusa nei paesi piu industrializzati, ma una serie di problematiche complesse del nursing del paziente affetto dal Morbo di Crohn.

Nell'elaborato vengono sviscerate una serie di risposte umane ed assitenziali che l'infermiere deve poter dare attraverso l'utilizzo e la conoscenza delle DIAGNOSI INFERMIERISTICHE, correlate e implementate con il sistema N.N.N. (NANDA-Nic/Noc).

Attraverso una serie di diagnosi infermieristiche, si denota come un UNICA PATOLOGIA CON UN UNICA DIAGNOSI MEDICA porti ad un livello di complessità e a MOLTE DIAGNOSI INFERMIERISTICHE, tramite le quali si possono sviluppare non un unico P.A.I. (Piano Assistenziale Infermieristico), bensì diversi P.A.I.

Tutto questo quindi evidenzia quanto complesso e variegato rappresenti l'indice di complessità di un pazientte affetto da Morbo di Crohn.

Durante il tirocinio del secondo anno, previsto nel corso di laurea in infermieristica, ho avuto occasione di prestare assistenza ad un paziente affetto da Morbo di Crohn.
Il Morbo di Crohn è una patologia infiammatoria cronica dell’intestino, il cui tasso di mortalità non è molto elevato, ma le sue complicanze e le sue recidive possono determinare l’inabilità del paziente.
L’unico fattore di rischio per lo sviluppo della malattia sicuramente identificato è quello genetico, quindi non vi sono particolari misure di prevenzione da osservare.

Il Morbo di Crohn è caratterizzato da periodi di remissione e riacutizzazione e frequentemente i soggetti richiedono un intervento chirurgico, quindi l’assistenza infermieristica sarà rivolta a rispondere alle singole manifestazioni cliniche che si presenteranno nel decorso della malattia.

Ho scelto di scrivere delle diagnosi infermieristiche in quanto queste rappresentano parte integrante della professione, dove l’identificazione di un problema, la responsabilità e la formulazione di regole, ovviamente flessibili e soggettive, possono garantire livelli omogenei e uniformi di assistenza.

È maturata in me la convinzione che “salvaguardare, recuperare e migliorare lo stato di salute significa servire la vita nella sua totalità”.
La professionalità è sinonimo non solo di preparazione culturale ed umana ma anche capacità di utilizzare le risorse che si hanno a disposizione al fine di comunicare le conoscenze apprese in continuo aggiornamento.

RINGRAZIO TUTTI COLORO CHE CONSULTERANNO IL MIO ELABORATO DI TESI
D.ssa Altieri Marianna

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il Morbo di Crohn è una malattia cronica che può svilupparsi in ogni tratto del canale alimentare, la zona più spesso interessata è l’ileo terminale, interessa la parete intestinale in tutto il suo spessore, in modo particolare, la sottomucosa. E’ più comune nei paesi industrializzati e nelle aree urbane con una frequenza maggiore nei bianchi europei; alcuni gruppi etnici ( come gli ebrei ashkenaziti ) hanno tassi di incidenza significativamente più alti nelle media. Le cause eziologiche non sono ancora ben definite, anche se recenti risultati della letteratura mostrano la presenza di una base genetico – ereditaria. L’incidenza è notevolmente aumentata negli ultimi decenni; con un primo picco di presentazione della malattia poco dopo i 20 anni e un secondo dopo i 50. il Morbo di Crohn si riscontra soprattutto nelle persone comprese tra i 30 e i 50 anni di sesso femminile. 7

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Marianna Altieri Contatta »

Composta da 64 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 18436 click dal 14/05/2013.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.