Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Stato e Costituzione nell’opera di Böckenförde

Ernst-Wolfgang Böckenförde (Kassel, 19 settembre 1930) è un filosofo, giurista e saggista tedesco, membro, in passato, della Corte Costituzionale Federale tedesca.

Dopo aver ricevuto il dottorato in legge e quello in filosofia, Böckenförde ha ottenuto l'abilitazione a Münster nel 1964. In quello stesso anno è stato invitato presso l'Università di Heidelberg, dove ha insegnato fino al 1969 e, in seguito, all'Università di Bielefeld; dal 1977 ha una cattedra in Giurisprudenza all'Università di Friburgo. Ernst-Wolfgang Böckenförde è stato giudice della Corte Costituzione Federale tedesca dal 1983 al 1996.

È famoso soprattutto per la sua affermazione – ampiamente ripresa, citata e commentata – sulle paradossali contraddizioni interne di uno stato liberale secolarizzato:
« Lo stato liberale secolarizzato si fonda su presupposti che esso stesso non è in grado di garantire. Questo è il grande rischio che si è assunto per amore della libertà. Da una parte, esso può esistere come stato liberale solo se la libertà che garantisce ai suoi cittadini è disciplinata dall'interno, vale a dire a partire dalla sostanza morale del singolo individuo e dall'omogeneità della società. D'altro canto, se lo Stato cerca di garantire da sé queste forze regolatrici interne attraverso i mezzi della coercizione giuridica e del comando autoritativo, esso rinuncia alla propria liberalità e ricade – su un piano secolarizzato – in quella stessa istanza di totalità da cui si era tolto con le guerre civili confessionali » .

Mostra/Nascondi contenuto.
Ernst-Wolfgang Böckenförde (Kassel, 19 settembre 1930) è un filosofo, giurista e saggista tedesco, membro, in passato, della Corte Costituzionale Federale tedesca. Dopo aver ricevuto il dottorato in legge e quello in filosofia, Böckenförde ha ottenuto l'abilitazione a Münster nel 1964. In quello stesso anno è stato invitato presso l'Università di Heidelberg, dove ha insegnato fino al 1969 e, in seguito, all'Università di Bielefeld; dal 1977 ha una cattedra in Giurisprudenza all'Università di Friburgo. Ernst-Wolfgang Böckenförde è stato giudice della Corte Costituzione Federale tedesca dal 1983 al 1996. È famoso soprattutto per la sua affermazione – ampiamente ripresa, citata e commentata – sulle paradossali contraddizioni interne di uno stato liberale secolarizzato: « Lo stato liberale secolarizzato si fonda su presupposti che esso stesso non è in grado di garantire. Questo è il grande rischio che si è assunto per amore della libertà. Da una parte, esso può esistere come stato liberale solo se la libertà che garantisce ai suoi cittadini è disciplinata dall'interno, vale a dire a partire dalla sostanza morale del singolo individuo e dall'omogeneità della società. D'altro canto, se lo Stato cerca

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luigi Circiello Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 227 click dal 28/05/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.