Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fondi pensione negoziali: problematiche finanziarie connesse al passaggio ad un assetto multicomparto. Il caso Fondenergia

Fondi pensione negoziali: problematiche finanziarie connesse al passaggio ad un assetto multicomparto. Il caso fondenergia.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 I.1 Le origini delle assicurazioni sociali. I.1.1 Generalità. L'affermazione della società industriale, che nell'arco del diciannovesimo secolo coinvolse, sia pure in tempi e modi diversi, i più grandi paesi europei, decretò in maniera definitiva la rilevanza politica e socioeconomica della categoria dei lavoratori. Per assecondare lo sviluppo dei nuovi paesi "industrializzati" e renderne disponibili i benefici a tutti i soggetti economici, si rese auspicabile tutelare, tra le altre cose, l'integrità fisica e morale dei lavoratori, intesi non più singolarmente, ma come collettivo che ricopriva un ruolo fondamentale nel nuovo modello di società. Prima che si sviluppasse uno specifico corpus normativo, furono gli stessi lavoratori a provvedere, mediante la costituzione delle "società di mutuo soccorso", all'individuazione di meccanismi di tutela che li proteggessero contro i rischi in grado di limitare o annullare la loro capacità lavorativa. Queste libere associazioni, nate in Francia dopo la rivoluzione del 1789 e sperimentate, nel secolo successivo, anche in Germania ed in Italia, hanno rappresentato la prima forma d'assicurazione (ancorché volontaria) in favore della categoria dei lavoratori: gli associati versavano una quota d'iscrizione e dei contributi periodici, ricevendo dalla società un sussidio in caso di malattia, invalidità o disoccupazione, e, alla cessazione dell'attività lavorativa, un trattamento di pensione.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Tirrito Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1129 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.