Skip to content

La prosodia nel parlato enfatico

Informazioni tesi

  Autore: Margherita Leogrande
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze della Formazione Primaria
  Relatore: Antonia Campanella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 93

Comunicare parlando è un atto di volizione che deve essere sostenuto da una consapevolezza non solo mentale ma anche fisica. Ma quanto siamo coscienti del funzionamento degli organi interessati alla produzione di quel suono che chiamiamo voce? E quanto siamo padroni dei nostri mezzi espressivi? Questi interrogativi hanno stimolato la mia curiosità; di qui la scelta di sviluppare l'argomento in capitoli trattanti la fisiologia della voce, le meccaniche del parlare, i disturbi del linguaggio (con attenzione alla normativa in fatto di DSA), le caratteristiche del suono. Ma, soprattutto,ho voluto sottolineare l'importanza dell'educazione della voce come strumento espressivo-comunicativo per la formazione di un curricolo formativo che passi anche attraverso la rappresentazione scenica, l'animazione teatrale, vista come alternativa ed efficace modalità per comunicare, per trasmettere contenuti, sentimenti ed emozioni, per rispondere al bisogno di esprimersi, raccontare e raccontarsi sul piano fantastico. Riconoscere, studiare e lavorare sulla propria voce equivale a un processo analogo nei confronti del proprio sè profondo, poichè ciò che influenza maggiormente il parlato di ciascuno è la componente emozionale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
FISIOLOGIA DELLA VOCE Il funzionamento della voce Come funziona la voce? Ecco un semplice schema fisiologico delle meccaniche del parlare: 1.nella corteccia motoria del cervello si verifica un impulso; 2.l’impulso stimola il respiro ad entrare e uscire dal corpo; 3.l’aria che esce entra in contatto con le corde vocali che conseguentemente oscillano; 4.le oscillazioni creano delle frequenze (vibrazioni); 5.le frequenze (vibrazioni) vengono amplificate dai risuonatori; 6.il suono risultante è articolato dalle labbra e dalla lingua per formare parole. Eccone una descrizione più scientifica. «Una serie di impulsi vengono generati nella corteccia motoria del cervello e inviati alle strutture del linguaggio attraverso i tratti neurali. Gli impulsi sono sincronizzati in modo da arrivare nei diversi punti del corpo affinché si verifichi una serie di azioni omogenee e coordinate. Innanzitutto il tratto vocale che va da labbra e naso ai polmoni si apre e i muscoli della respirazione preposti all’inspirazione si contraggono a una pressione più bassa nel torace in modo che l’aria possa affluire nei polmoni relativamente senza ostacoli. Quando si è inspirata aria sufficiente per la desiderata espressione, il sistema respiratorio cambia direzione e tramite una combinazione di contraccolpo elastico di tessuti distesi e la contrazione di muscoli addominali e toracici, si sviluppano delle forze che rispingono l’aria su per il tratto vocale e fuori dalla bocca e dal naso. Ma nel frattempo, nella laringe, le corde vocali si sono almeno parzialmente avvicinate all’inizio dell’espirazione così che il flusso di aria è adesso in parte ostacolato nel suo percorso verso l’alto. Le flessibili corde vocali si sono attivate in quasi sincronica oscillazione mentre l’aria vi passa attraverso. Queste oscillazioni distribuiscono il flusso dell’aria che esce in diversi sbuffi d’aria che vengono rilasciati nel tratto vocale sovrastante. Questi sbuffi attivano l’aria nelle cavità risonanti dei passaggi faringei, orali e nasali, producendo suono nei tratti vocali superiori. La forma, il volume e l’apertura dei risuonatori determinano la struttura degli armonici del suono, 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

disturbi del linguaggio
rappresentazione teatrale
fisiologia della voce
intervento teatrale nella scuola primaria
educazione della voce
voce recitata
spettrografia del segnale vocale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi