Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gravidanza, trauma, prematurità e istituzione: ricerca in terapia intensiva neonatale

Il lavoro di tesi si propone di indagare lo stress materno conseguente ad una nascita prematura ed il rischio di insorgenza di un Disturbo Postraumatico Da Stress (PTSD). L’idea di affrontare questo argomento è maturata dall’interesse per lo studio delle dinamiche dei gruppi nei contesti istituzionali, attraverso cui sono entrata in contatto per la prima volta con il mondo della prematurità e con l’universo che lo circonda.
Nello specifico, ho avuto modo di conoscere l’importante lavoro svolto dalla Onlus Genitin, un’associazione nata dalla collaborazione di genitori e medici per garantire sostegno ed assistenza ai genitori di piccoli prematuri ricoverati presso la TIN del reparto di Neonatologia del Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma.

In collaborazione con l’associazione Genitin è stata realizzata un’indagine pilota su un campione di 15 madri di bambini ricoverai in TIN, per verificare l’ipotesi dell’esistenza di una sintomatologia clinica ascrivibile ad una diagnosi di PTSD (Post Traumatic Stress Disorder), attraverso la somministrazione di un questionario self-report, il PPQ (Perinatal Post Traumatic Stress Disorder Questionnaire).
La nostra ipotesi di partenza è stata confermata dai dati raccolti: il 46% delle mamme esaminate ha riportato punteggi clinici significativi (P>19) .
Ciò porta a riflettere sull’importanza di predisporre da parte del personale sanitario uno screening di routine alle madri che si trovano a vivere questa condizione.
L’indagine ci ha dunque consentito di fotografare la situazione attuale delle madri di bambini ricoverati in TIN, e analizzare in modo approfondito le problematiche connesse alla prematurità.
Bisogna ricordare inoltre, che l’insorgenza di una sintomatologia post traumatica, così come riportato in letteratura, sia fortemente influenzata da eventuali variabili di rischio prenatale, quali presenza di depressione in gravidanza ed una forte ansia di tratto nelle partorienti.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione L’idea di scrivere una tesi che si proponga di indagare lo stress materno conseguente ad una nascita prematura ed il rischio di insorgenza di un Post Traumatic Stress disorder post parto (letteralmente dall’inglese Disturbo Post traumatico da Stress) è nata durante la partecipazione alle lezioni di “Dinamiche dei gruppi in contesti istituzionali”, tenute dal professor Neri. Grazie alla partecipazione al corso della professoressa Vasta, con una lezione tenuta sui “Modelli d’intervento gruppale in terapia intensiva neonatale”, ho, infatti, avuto modo di entrare in contatto per la prima volta con il mondo della prematurità e di conoscere tutti quegli aspetti medico-psicologici che concorrono a rendere questa un’esperienza drammatica e dolorosa, potenzialmente traumatica per i genitori. Pur riconoscendo che la nascita e la transizione alla genitorialità sono eventi che coinvolgono entrambi i ruoli genitoriali di madre e di padre e pur rilevando la centralità del ruolo paterno in una tale condizione di emergenza (che oltre a dover condividere le ansie per il piccolo con le preoccupazioni per lo stato di salute della sua compagna, si trova a fare da mediatore tra personale medico e rete familiare/ amicale) il lavoro si è concentrato sull’esperienza emotiva materna, poiché una nascita pretermine sottopone in primo luogo la madre ad un forte stress di natura fisica (considerato che vive in prima persona le conseguenze mediche di un parto improvviso e spesso complesso) e psicologica, esponendola a continui e molteplici stressor riguardanti la propria salute e le condizioni mediche del piccolo nato, che la maggior parte delle volte sono tali da richiedere un ricovero nelle terapie intensive neonatali per garantirne la sopravvivenza. Così approfondendo le mie conoscenze, ho assunto la consapevolezza della vastità dei

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Psicologia

Autore: Gabriella Caruso Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2270 click dal 09/07/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.