Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Genere, lavoro e organizzazione. La maternità nel Diversity Management

Il presente elaborato si propone di analizzare le dinamiche organizzative che si instaurano con riferimento al fenomeno della maternità in azienda ed alle sue implicazioni gestionali. Il tema verrà illustrato sul piano teorico e si riferirà di alcune soluzioni manageriali specifiche, elaborate da centri di consulenza organizzativa, concepite al fine di supportare l’impresa e garantire il buon andamento della gestione. Si arriverà alla conclusione che sviluppare un’efficace gestione della maternità è possibile, ma ciò richiede di gestire e dare sviluppo a forme di flessibilità organizzativa, manageriale e relazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il presente elaborato si propone di analizzare le dinamiche organizzative che si instaurano con riferimento al fenomeno della maternità in azienda ed alle sue implicazioni gestionali. Il tema verrà illustrato sul piano teorico e si riferirà di alcune soluzioni manageriali specifiche, elaborate da centri di consulenza organizzativa, concepite al fine di supportare l’impresa e garantire il buon andamento della gestione. Si arriverà alla conclusione che sviluppare un’efficace gestione della maternità è possibile, ma ciò richiede di gestire e dare sviluppo a forme di flessibilità organizzativa, manageriale e relazionale. L’evento maternità rappresenta un’interruzione al regolare andamento dell’attività lavorativa in azienda, in quanto viene meno il contributo di una risorsa per un periodo minimo di cinque mesi, fino all’eventualità del non rientro in azienda della dipendente. Si andrà a descrivere come l’evento maternità venga spesso percepito in azienda come un evento particolarmente oneroso, a cui tendenzialmente l’organizzazione cerca di porre rimedio assumendo poca forza lavoro femminile o affidando alle proprie dipendenti ruoli in cui si registrano bassi livelli di responsabilità. Le donne sono spesso considerate molto capaci e dotate di un elevato potenziale. Ma queste considerazioni perdono spesso valore nel momento in cui si considera che un giorno altre priorità entreranno nella loro vita con la nascita di un figlio, diventando la maternità elemento di discontinuità rispetto all’impegno richiesto. La prospettiva di un futuro stato di maternità, dunque, rappresenta per le donne un ostacolo rilevante alla loro presenza e crescita nel mercato del lavoro. La ragione principale risiede in una cultura radicata che considera la maternità un momento esclusivamente personale della vita di una donna, la quale è la diretta interessata alla cura e alla crescita dei figli. Il ruolo preordinato della donna nella società la fa portatrice quasi esclusiva dei carichi famigliari,

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Vera Ambrogiani Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3695 click dal 18/07/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.