Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Così vicine, così lontane. Siria e Turchia fra conflitto e cooperazione

Il diffondersi della “Primavera Araba” in Siria ha sollevato dubbi e preoccupazioni nella comunità internazionale per il rischio di diffusione delle violenze nei Paesi vicini, in particolare in Turchia. Negli ultimi due anni ho seguito l’evoluzione della situazione siriana sui mezzi di comunicazione e, per comprendere meglio il contesto attuale e capire le motivazioni per le quali – al di là del mero aspetto della contiguità geografica – la Turchia sia a tal punto influenzata dalla situazione siriana, ho avvertito la necessità di approfondire la storia delle relazioni tra i due Paesi.
Il presente lavoro si propone, quindi, di analizzare l’evoluzione e le dinamiche delle relazioni politiche, economiche e diplomatiche tra Turchia e Siria, prendendo in esame un arco temporale ampio, che va dalla fine della Prima Guerra Mondiale ai giorni nostri. Lo scopo è quello di evidenziare come i rapporti bilaterali siano stati influenzati dai mutamenti avvenuti a livello internazionale e regionale e come questi ultimi, a loro volta, abbiano risentito delle scelte di politica estera che Ankara e Damasco hanno assunto nel corso degli anni. In tale contesto, particolare attenzione verrà dedicata alle due dispute, emerse come cruciali nel corso dell’ultimo trentennio, che hanno caratterizzato i rapporti tra i due Paesi e che hanno dominato – e dominano tuttora – la loro scelte di politica estera: la disputa sullo sfruttamento delle acque dell’Eufrate e la questione curda.
La tesi è strutturata in quattro capitoli. Il primo capitolo, di carattere introduttivo, offre una panoramica delle relazioni bilaterali tra Turchia e Siria fra la fine della Grande Guerra e il periodo della Guerra Fredda, con l’intenzione di spiegare l’origine dei motivi di contrasto – quando non di ostilità – tra i due Paesi. Nel secondo e nel terzo capitolo ho cercato di ricostruire il background storico delle due questioni sopra menzionate, dando spazio a una panoramica sull’annosa vicenda dell’etnia curda, sulla sua evoluzione politica e sull’internazionalizzazione della questione, con un’attenzione particolare al ruolo giocato da Ankara e Damasco (Capitolo II), e analizzando il dipanarsi della vertenza relativa alla condivisione delle acque del fiume Eufrate sino al lancio del progetto Gap da parte della Turchia, che ha segnato in qualche modo un punto di svolta, in senso negativo, nella storia delle relazioni bilaterali (Capitolo III). Il quarto ed ultimo capitolo è dedicato invece ad approfondire l’evoluzione più recente dei rapporti turco-siriani (anni ’90-2000), la cui dinamica interna è esaminata alla luce della politica regionale e dei conflitti e tensioni del Medio Oriente, fino ad arrivare alle soglie della crisi attuale.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il diffondersi della “Primavera Araba” in Siria ha sollevato dubbi e preoccupazioni nella comunità internazionale per il rischio di diffusione delle violenze nei Paesi vicini, in particolare in Turchia. Negli ultimi due anni ho seguito l’evoluzione della situazione siriana sui mezzi di comunicazione e, per comprendere meglio il contesto attuale e capire le motivazioni per le quali – al di là del mero aspetto della contiguità geografica – la Turchia sia a tal punto influenzata dalla situazione siriana, ho avvertito la necessità di approfondire la storia delle relazioni tra i due Paesi. Con il presente lavoro di tesi magistrale mi propongo, quindi, di analizzare l’evoluzione e le dinamiche delle relazioni politiche, economiche e diplomatiche tra Turchia e Siria, prendendo in esame un arco temporale ampio, che va dalla fine della Prima Guerra Mondiale ai giorni nostri. Lo scopo è quello di evidenziare come i rapporti bilaterali siano stati influenzati dai mutamenti avvenuti a livello internazionale e regionale e come questi ultimi, a loro volta, abbiano risentito delle scelte di politica estera che Ankara e Damasco hanno assunto nel corso degli anni. In tale contesto, particolare attenzione verrà dedicata alle due dispute, emerse come cruciali nel corso dell’ultimo trentennio, che hanno caratterizzato i rapporti tra i due Paesi e che hanno dominato – e dominano tuttora – la loro scelte di politica estera: la disputa sullo sfruttamento delle acque dell’Eufrate e la questione curda. La tesi è strutturata in quattro capitoli. Il primo capitolo, di carattere introduttivo, offre una panoramica delle relazioni bilaterali tra Turchia e Siria fra la fine della Grande Guerra e il periodo della Guerra Fredda, con l’intenzione di spiegare l’origine dei motivi di contrasto – quando non di ostilità – tra i due Paesi. Nel secondo e nel terzo capitolo ho cercato di ricostruire il background storico delle due questioni sopra menzionate, dando spazio a una panoramica sull’annosa vicenda dell’etnia curda, sulla sua evoluzione politica e

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Emiliano Malnati Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 549 click dal 18/07/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.