Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il cinema spagnolo in Italia attraverso i titoli dei film

Il presente lavoro di tesi ha cercato di mettere in luce l’importanza che l’attività traduttiva riveste nella società odierna, ponendo particolare attenzione alla traduzione audiovisiva e alla trasposizione dei titoli cinematografici, da sempre fonte di critiche e dissensi. È emerso che la traduzione audiovisiva ha raggiunto in questi ultimi anni uno sviluppo senza precedenti, tuttavia si tratta di un’attività che comporta problematiche di diversa indole, dal momento che va oltre la semplice trasposizione linguistica, implicando innanzitutto una mediazione culturale. Attualmente la traduzione audiovisiva e le sue modalità, seppur indispensabili, sono oggetto di numerose critiche, poiché spesso i traduttori sono accusati di non rispettare la natura dei testi originali, di manipolarli a favore di una maggiore vendibilità del prodotto. Il nucleo centrale di questo lavoro è rappresentato dalla traduzione dei titoli cinematografici, la cui trasposizione non sempre resta fedele al titolo originale. Si è tentato di motivare le discrepanze che intercorrono tra il titolo originale e il titolo tradotto, cercando di spiegare le motivazioni che inducono i titolisti a modificare il titolo di una pellicola cinematografica e di offrire un quadro complessivo sulle modalità maggiormente diffuse.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il presente lavoro di tesi è incentrato sulla traduzione, con particolare riferimento alla trasposizione linguistica nell’audiovisivo, prefiggendosi come obiettivo la delineazione delle tecniche maggiormente diffuse in materia di trasposizione dei titoli cinematografici. La storia della traduzione ha origini piuttosto lontane, la sua nascita è spesso associata all’origine delle lingue post-babeliche. Nel corso della storia la trasposizione ha rivestito un ruolo indispensabile, consentendo la trasmissione dei testi letterari tra le diverse culture. Tuttavia per assistere alla nascita di studi sistematici incentrati sull’argomento bisognerà attendere il XX secolo, durante il quale la traduzione fu riconosciuta come disciplina autonoma ed acquisì notevole rilevanza accademica. Il progresso tecnologico, che consente di ricevere in tempo reale informazioni provenienti da ogni angolo del mondo e le continue relazioni internazionali hanno fatto luce su un altro aspetto emergente della traduzione, ossia la traduzione audiovisiva. Nell’odierna società i mass media costituiscono la maggiore fonte d’informazione e d’intrattenimento rendendo quindi necessaria la trasposizione dei prodotti audiovisivi. Si tratta di una disciplina piuttosto giovane, che ha cominciato a muovere i primi passi soltanto a partire dagli anni ’80. Oggi la traduzione audiovisiva è al centro di numerose critiche, poichØ talvolta le scelte degli adattatori e dei distributori del paese ricevente

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Lucia Luzzi Stumpo Contatta »

Composta da 54 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2044 click dal 11/09/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.