Skip to content

Sfida fra i ghiacci: l'Artico tra nuovi interessi geopolitici ed economici

Informazioni tesi

  Autore: Gaia Facchetti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia
  Facoltà: Scienze Linguistiche
  Corso: Esperto linguistico per le relazioni internazionali
  Relatore: Giacomo Cimetta Goldkorn
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

Al grande pubblico, così come agli specialisti, l’Artide ha sempre riservato ben poche attrattive. Eppure qualcosa sta cambiando, o per meglio dire, è già cambiata: i ghiacci si stanno sciogliendo. Quella che potrebbe essere una problematica con ripercussioni esclusivamente in ambito ecologico ha invece acceso i riflettori su una zona estremamente importante dal punto di vista economico e strategico, al centro degli interessi tanto degli Stati rivieraschi, fra cui figurano Russia e Stati Uniti, quanto di grandi potenze come la Cina e l’Unione Europea. Tutto ciò grazie alle ingenti quantità di idrocarburi e minerali che si ritiene siano presenti sul fondale del Mar Glaciale Artico ed alle nuove rotte marittime che potrebbero aprirsi attraverso il Passaggio a Nord Ovest ed il Passaggio a Nord Est. A rendere la situazione politicamente delicata vi sono, però, questioni legali relative alla sovranità statale e questioni legate alla sicurezza nazionale, che si teme possa essere lesa da militarizzazione e cambiamento climatico: non sono in pochi a temere un prossimo conflitto. L’elaborato si propone di analizzare i diversi ambiti di interesse legati allo scioglimento della calotta artica, fornendo informazioni circa il reale stato della regione, le risorse ivi presenti e le conseguenti possibilità di sfruttamento delle stesse; inoltre viene brevemente analizzata la normativa vigente, ossia l’UNCLOS, e si propone l’adozione di un “Arctic Treaty” per dirimere tutte le controversie e le problematiche peculiari di questa regione in maniera pacifica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Pag.1 INTRODUZIONE Una distesa di circa quindici milioni di chilometri quadrati di ghiacci e terre innevate, con temperature massime ben al di sotto dello zero per gran parte dell’anno e illuminata dal sole per soli sei mesi. Al grande pubblico l’Artide ha da sempre riservato ben poche attrattive e così è stato per lungo tempo anche tra gli specialisti a causa dell’ostilità della regione; qualcosa però sta cambiando o, per meglio dire, è già cambiata. I ghiacci si stanno sciogliendo. Quella che potrebbe apparire come una problematica con ripercussioni esclusivamente in ambito ecologico, ha invece acceso i riflettori su un’area dalla crescente importanza strategica, dimenticata dalla politica per oltre cinquant’anni ed oggi al centro delle riflessioni non solo degli stati rivieraschi, ma anche delle maggiori potenze mondiali. I fattori geopolitici più interessanti in gioco oggi spaziano dalle questioni relative alla sovranità nazionale, da un lato danneggiata dal cambiamento climatico e dall’altro spinta a reclamare nuove e più ampie aree da cui trarre risorse e profitto, alla questione della sicurezza, passando per la questione del cambiamento climatico, che non solo tocca i punti precedenti, ma è lo snodo essenziale della questione artica: tutto porta a concentrare l’attenzione su una regione fino a pochi decenni fa pressoché ignorata. Affermare, però, che l’Artico non abbia mai rivestito un ruolo sullo scacchiere mondiale è sbagliato. Iniziato con le esplorazioni marittime inglesi e norvegesi alla ricerca del Passaggio a Nordest fra il XVI e la prima metà del XIX secolo 1 , l’interesse strategico per la regione artica 1 Cfr. T. GRAZIANI, Prefazione, in A. PERRONE, Arktika. La sfida dell’Artico, Rende (CS) 2010, pp. 5-9.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

stati uniti
geopolitica
russia
unclos
cina
scioglimento
artico
polo nord
groenlandia
cambiemento climatico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi