Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Quinta Repubblica francese tra tradizione e innovazione

La Francia è una nazione protagonista da secoli delle vicende storiche europee storia. Possiede un patrimonio culturale, linguistico, di esperienze, ideali, pensiero politico che ancora oggi spiegano un'identità forte. L'attenzione che da sempre gli studiosi del diritto pubblico rivolgono alla Francia è giustificata, oltre che dalla ricchezza della sua elaborazione intellettuale, anche e soprattutto dalla varietà di modelli di governo, di assetti costituzionali e di teorie politiche che in quel paese si sono concretamente sperimentati nel corso degli ultimi due secoli, dopo gli avvenimenti dirompenti della Rivoluzione del 1789. Accanto a questa varietà gli studiosi hanno riscontrato un'eccezione francese, che collocherebbe il sistema istituzionale in una posizione differente rispetto ai principali modelli in circolazione in Occidente. L'idea dell'eccezione francese non è solo limitata al sistema di governo, ma caratterizza l'intera società d'oltralpe. Questa "eccezione" sarebbe alla base dell'immagine che i Francesi tendono ad avere di se stessi, dell'interpretazione che forniscono della loro storia, del modo in cui hanno progressivamente costruito la loro fortissima identità che spesso deborda in un complesso di superiorità che sovente dall'estero si rimprovera loro. Il repubblicanesimo francese che oggi vive nelle istituzioni della cosiddetta Quinta Repubblica è oggetto di valutazioni spesso molto contrastanti. Occorre dunque misurare l'effettiva capacità della forma di governo transalpina di garantire allo stesso tempo stabilità politica e responsabilità dell'esecutivo di fronte al parlamento e al corpo elettorale, nonché di conferire al popolo un potere di mandato concreto, connesso alla piena attuazione del principio democratico – rappresentativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO 1 LE PECULIARITA’ DELLA V REPUBBLICA: CENNI INTRODUTTIVI 1.1 Le origini storiche della V Repubblica Le origini della Costituzione del 1958 che portarono alla nascita del- la cosiddetta Quinta Repubblica, possono ricondursi ad un particola- re momento politico: i conflitti coloniali in Indocina e Algeria che provocarono il deterioramento delle istituzioni della IV Repubblica. Seppur accompagnato da un periodo di espansione economica e di un maggior benessere collettivo, l'instabilità politica in Francia nel decennio successivo alla Seconda Guerra Mondiale, ebbe effetti as- solutamente negativi. Agli inizi del 1958 la Francia era sull'orlo di un colpo di stato militare e questa situazione di forte instabilità, favorì il ritorno sulla scena del generale Charles De Gaulle che fu capace di sfruttare gli eventi a proprio vantaggio, per determinare le condizioni politiche per realizzare le sue idee di riforma costituzionale. Il 13 maggio 1958 1 , i coloni francesi residenti da decenni in Algeria, spalleggiati dai reduci della guerra in Indocina, umiliati dopo la di- sfatta di Dien Bien Phu 2 e in cerca di riscatto, si ribellarono contro la 1 Il 26 aprile 1958 ad Algeri si organizzò una manifestazione, in favore dell'Algeria francese. Si formarono tre cortei e circa centomila persone chiesero la costituzione di un governo di Salute Pubblica, per mantenere il legame tra l'Algeria e la madrepatria francese. I principali protagonisti di quelle manifestazioni furono Pierre Lagaillarde, Lucine Neuwirt, Pouget e altri. Il 13 Maggio il comitato si costituì sotto la direzione del generale Massu, al generale Salon furono affidati poteri civili e militari. (notizie tratte da S.Chelo, La questio- ne algerina, ed. La Riflessione, 2004, pp. 39-41) 2 La Battaglia di Dien Bien Phu si svolse nel 1954 tra le forze Viet Minh comandate da V o Nguyen Giap e le truppe francesi del CEFEO (Corps expéditionnaire français en Extrê- me-Orient), Corpo di spedizione francese in Estremo Oriente). La battaglia venne combat- tuta nei dintorni del villaggio di Dien Bien Phu nel Vietnam settentrionale e divenne l'ulti- ma battaglia della guerra d'Indocina, che era iniziata nel 1946. Lo scontro si concluse con la clamorosa vittoria totale delle forze nazionaliste Viet Minh, segnando un momento cruciale

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Vincenzo Bovino Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1725 click dal 18/09/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.