Skip to content

Utterly Sensational: studio della prosodia semantica in 'Shaking contagion' e nei tabloid inglesi

Informazioni tesi

  Autore: Greta Guardati
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Francesca Chiusaroli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 104

Gli studi sulla prosodia semantica si occupano del significato delle parole, si basano sul fatto che il significato non appartiene alla singola parola, ma ad una più estesa unità di significato. In una frase il senso non è dato dalla somma dei significati di ogni parola: è piuttosto la frase a dare il significato alle parole. Basti pensare che il significato di una parola raramente è unico, ad esempio ‘corretto’ può avere diversi significati, ma in ognuno dei seguenti contesti non c’è ambiguità: ‘una persona corretta’, ‘un caffè corretto’, ‘un esercizio corretto’. Ciò significa che a far capire il significato di una parola contribuiscono le sue co-occorrenze. Inoltre, attraverso i dati ottenuti dalla ricerca nei corpora si può notare che le co-occorrenze di una parola spesso sono legate a livello semantico: secondo gli studi sulla prosodia semantica queste co-occorrenze contribuirebbero al significato della parola.
Nel primo capitolo spiegherò che cosa sono i corpora, come si utilizzano e quali sono le principali definizioni e le caratteristiche condivise della prosodia semantica, ma anche le critiche che hanno generato.
Nel secondo capitolo per spiegare il concetto di prosodia semantica e altri fenomeni legati ad essa, come le collocative clashes, analizzerò Shaking contagion, una commedia sulla prosodia semantica scritta dal professor D. Stewart.
Nel terzo capitolo analizzerò alcuni termini già studiati nella letteratura della prosodia semantica ricercando le loro co-occorrenze in vari tabloid inglesi, per verificarne l’uso in un linguaggio attuale e non troppo lontano dal parlato. Inoltre riporterò le definizioni di alcuni dizionari dei termini studiati, per scoprire se rendano conto o meno della prosodia semantica associata alla parola.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Non avevo mai sentito parlare di ‘semantic prosody’ prima di frequentare un corso di lingua, parte del mio piano di studi, tenuto dal professore D. Stewart su questo argomento. Per quanto all’inizio il concetto di prosodia semantica non sia stato semplice da capire, l’ho trovato interessante e ho deciso di approfondire l’argomento con questa tesi. La prosodia semantica si inserisce nel campo di studio di una disciplina relativamente recente che è la linguistica dei corpora, la linguistica che si basa su dati ottenuti dai corpora, uno strumento che non avevo mai utilizzato, ma che mi è stato di aiuto nello studio dell’inglese sia per gli aspetti grammaticali, sia nell’ambito della traduzione. Lo stesso anno del corso sulla prosodia semantica, al corso di lingua inglese studiavo le collocazioni tra avverbio aggettivo e dovevo risolvere esercizi del tipo: It's going to be highly/ deeply/ virtually/ severely/ impossible to get this finished in time. La risposta corretta è ‘virtually impossible’, per un parlante madrelingua questo è immediato, mentre per uno studente l’unica soluzione è imparare a memoria quale avverbio colloca con un dato aggettivo, perché non c’è alcuna spiegazione per cui ‘virtually impossible’ sia più corretto di ‘highly impossible’. Although mother tongue intuition guide a native speaker to use a pattern appropriately, there is no guidance when one wants to pass on this type of information to learners because this is an area of usage that is perceived only at a very subliminal level. 1 Con l’utilizzo dei corpora non ho risolto il problema delle collocation che affligge tutti gli studenti di una lingua straniera, ma so che è più giusto dire ‘virtually impossible’ perché ‘virtually’ co-occorre più frequentemente di ‘highly’ con ‘impossible’, inoltre prima di fare uno studio mnemonico, posso verificare autonomamente quale sia la giusta collocazione di qualsiasi parola con uno strumento che si basa su testi reali e avere molti esempi a disposizione per interiorizzarla. Se dalla ricerca nel corpus si nota una tendenza della parola a co- occorrere con elementi appartenenti ad una determinata categoria semantica è anche più facile individuare le corrette co-occorrenze. Ad esempio l’avverbio ‘utterly’ si 1 Tognini-Bonelli (2001) Pp. 22-23

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sinclair
prosodia semantica
semantic prosody
utterly
louw bill

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi