Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La misura dell'efficacia collettiva: un contributo empirico

l'efficacia collettiva rappresenta una delle principali determinanti del lavoro di gruppo. viene definita da Bandura come la "capacità condivisa da un gruppo di credere di essere in grado di organizzare e gestire congiuntamente una serie di azioi necessarie a raggiungere determinati obiettivi". L'individuo che lavora all'intero del gruppo si confronta con la necessità di agire assieme agli altri per riuscire ad assolvere il proprio compito e, contemporaneamente, a trovare con essi un'affinità sul versante relazionale ed emozionale. La ricerca empirica di seguito riportata rappresenta uno studio esplorativo che ha il fine di contribuire alla validazione della scala di efficacia collettiva di gruppo in differenti contesti organizzativi. la scala è ancorata al modello teorico di Bandura e misura 3 domini a cui si ancora l'efficacia collettiva di gruppo: efficacia collettiva legata al task - efficacia collettiva legata all'aspetto relazionale - efficacia collettiva legata all'aspetto emozionale

Mostra/Nascondi contenuto.
11 2. I domini dell’efficacia collettiva Tra i principali fattori che incidono nello sviluppo dell’efficacia collettiva di gruppo e che rappresentano un presupposto per riuscire ad affrontare con successo le situazioni più difficili, qui di seguito vengono illustrate:  le convinzioni del gruppo di riuscire a fronteggiare i compiti e gli obiettivi che deve raggiungere, ovvero l’efficacia collettiva nella realizzazione del lavoro  la percezione delle relazioni tra colleghi, con il capo e il management, ovvero efficacia collettiva negli aspetti relazionali  la gestione, da parte del gruppo, degli aspetti emotivi, ovvero efficacia collettiva nella gestione degli aspetti affettivo- emozionali. 2.1 Efficacia collettiva nella realizzazione del lavoro Una variabile che determina l’efficacia collettiva del gruppo è rappresentata dalle caratteristiche dei compiti e degli obiettivi che il gruppo deve raggiungere. Quanto più, infatti, sono gli elementi che impongono un coordinamenti di gruppo e tanto maggiore sarà l’integrazione che il gruppo dovrà raggiungere per perseguire gli obiettivi comuni (Bandura, 1997). Ciò ci porta al livello di interdipendenza previsto dalle attività lavorative che favorisce l’integrazione e l’interazione tra i membri del gruppo. Ovvero quanto più vengono assegnate attività che richiedono ai membri di un gruppo frequenti e sistematiche interazioni tanto più essi sono incoraggiati a funzionare come gruppo e a raggiungere risultati elevati. Secondo McGrath (1984) qualunque situazione non può esimersi dal considerare fattori legati alla natura del compito. Le caratteristiche utilizzate per attuarlo sono in grado di influenzare le dinamiche sociali del gruppo, ed in particolare il livello con cui i suoi membri devono relazionarsi l’uno con l’altro per portare a termine le attività assegnate.

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Martina Lucaroni Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 538 click dal 02/10/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.