Skip to content

Prossimamente su questi schermi: tra memoria e marketing

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Masini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale
  Relatore: Maurizio Porro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 147

Il lavoro consiste in uno sguardo approfondito su un argomento cinematografico mai ben indagato dalla critica e dalla saggistica, ovvero quello dei trailer cinematografici. Il primo capitolo proporrà un breve excursus storico sul prossimamente: la sua nascita e la sua evoluzione, dai primi anni del cinema fino ai giorni nostri. Saranno messi in evidenza soprattutto i risvolti artistici e stilistici dei trailer, portando un esempio chiarificatore per ogni periodo (I trailer classici, la rivoluzione degli anni 50-60, i grandi blockbuster degli anni 70 e i trailer contemporanei). Il secondo capito si concentrerà sul teaser trailer, la versione più breve e concisa. Anche qui saranno analizzati vari teaser e ne sarà esplicato il loro utilizzo e le loro caratteristiche principali, con confronti tra i filmati creati ad ho, senza scene che finiscano nel montaggio finale della pellicola e prossimamente che, invece, utilizzano direttamente brevi spezzoni delle scene che compaiono effettivamente nel film. Il terzo capitolo avrà come oggetto d’indagine vari trailer di tre geniali personalità che hanno rivoluzionato, oltre che il cinema nella sua essenza, anche questo particolare campo: Alfred Hitchcock, Stanley Kubrick e Federico Fellini. Saranno analizzati e comparati i prossimamente delle loro pellicole più famose come Psycho (Id., 1960) o Arancia Meccanica (A clockwork orange, 1971), in quello che vuole essere anche un omaggio alle loro brillanti carriere. L’ultimo capitolo si concentrerà, invece, sulle situazioni in cui il trailer esce dal suo luogo “istituzionale”, ovvero la sala cinematografica. Il capitolo si comporrà di un breve sguardo sui festival dedicati ai prossimamente (i Golden Trailer Awards e l’italianissimo Trailers FilmFest), un’analisi approfondita della differenza tra spot tv e trailer cinematografici con esempi vari, un’indagine sul mondo della promozione delle serie televisive americane e, per finire, un paragrafo sul ruolo di Internet e sulle ultime tendenze in questo campo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
! 1! Introduzione Prossimamente – la breve raccolta di sequenze cinematografiche (un centinaio di metri di pellicola) proiettata nella sala pubblica durante gli intervalli degli spettacoli e nelle rubriche televisive di pubblicità cinematografica per anticipare in furbesco disordine alcune scene di un film di prossima programmazione nei circuiti nazionali o nello stesso locale o in altri dello stesso esercente. Preparato di norma dell’ufficio pubblicità del distributore, rispecchia l’ideologia del mercato cui si destina scegliendo o montando di seguito le inquadrature che per humour o drammaticità si suppone incuriosiscano gli spettatori e li inducano a vedere per intero il film cui si riferiscono, e accompagnandole col commento fuori campo di un imbonitore che magnifica le virtù degli interpreti e l’interesse della vicenda. Il trailer è un genere spesso amato dal cinèphile, perché condensa in pochi minuti lo spirito e le forme di un certo tipo di cinema, legato all’epoca, al costume, alla politica d’una casa produttrice 1 . L’esaustiva definizione di «Prossimamente» del Grazzini ci aiuta a comprendere meglio la funzione e il ruolo fondamentale del trailer: far conoscere i film, pubblicizzarli, presentarli favorendone la circolazione e il consumo, o meglio, come direbbe Genette, per renderli presenti nel mondo. Apparato complesso e artistico, il trailer è il primo materiale “vero” e ufficiale del film con cui il pubblico si scontra, il primo contatto tra i due agenti. Nonostante questo ruolo fondamentale, il trailer non è stato mai oggetto d’indagini e riflessioni serie e approfondite, a parte qualche sporadico caso. Anche la critica e la saggistica hanno nella maggior parte dei casi snobbato questo argomento, troppo spesso considerato !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 1 Grazzini, 1980.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

internet
cinema
kubrick
fellini
promozione
trailer
teaser
serie tv
hitchock
storia dei trailer cinematografici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi