Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Approcci quantitativi nella gestione ed ottimizzazione delle movimentazioni dei container

In questo documento si è analizzata le performance di alcuni porti italiani da diversi punti di vista e con diversi strumenti:
Nella prima parte si ha un’illustrazione generica del periodo favorevole che sta attraversando il trasporto container e le prospettive future.
Nella seconda parte valutiamo la possibilità di migliorare l’efficienza nella gestione del terminal con software GIS e reti neurali, dei quali si darà un’illustrazione. Vengono ancora analizzati due software basati, appunto, su tali tecniche che si prefiggono l’obiettivo di ottimizzare le operazioni di movimentazione dei container all’interno del terminal.
La terza parte analizza, sotto diversi aspetti, due porti italiani che presentano particolare dinamismo, il porto di Gioia Tauro ed il porto di Napoli.
Nella quarta parte si valuta l’applicabilità dell’analisi Shift Share, di consueto utilizzata per l’analisi regionale dell’occupazione, alle performance dei principali porti italiani.
Nell’ultima parte viene fatta un’accurata distinzione fra le diverse tipologie di accessibilità, fisica ed economica. Viene approfondito il discorso all’interno degli indicatori di accessibilità economica e, infine, viene calcolata l’accessibilità marittima economica di otto dei principali porti italiani che movimentano container.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Premessa In questo documento si è analizzata le performance di alcuni porti italiani da diversi punti di vista e con diversi strumenti: Nella prima parte si ha un’illustrazione generica del periodo favorevole che sta attraversando il trasporto container e le prospettive future. Nella seconda parte valutiamo la possibilità di migliorare l’efficienza nella gestione del terminal con software GIS e reti neurali, dei quali si darà un’illustrazione. Vengono ancora analizzati due software basati, appunto, su tali teniche che si prefiggono l’obiettivo di ottimizzare le operazioni di movimentazione dei container all’interno del terminal. La terza parte analizza, sotto diversi aspetti, due porti italiani che presentano particolare dinamismo, il porto di Gioia Tauro ed il porto di Napoli. Nella quarta parte si valuta l’applicabilità dell’analisi Shift Share, di consueto utilizzata per l’analisi regionale dell’occupazione, alle performance dei principali porti italiani. Nell’ultima parte viene fatta un’accurata distinzione fra le diverse tipologie di accessibilità, fisica ed economica. Viene approfondito il discorso all’interno degli indicatori di accessibilità economica e, infine, viene calcolata l’accessibilità marittima economica di otto dei principali porti italiani che movimentano container.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Pietro Marrone Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2170 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.