Skip to content

La comunicazione indiretta del territorio toscano nei film e negli spot pubblicitari

Informazioni tesi

  Autore: Franco Lodini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Lettere
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Gianluca  Venzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 220

Lo scopo di questo lavoro consiste nel mettere insieme due mondi, quello del turismo e quello del cinema, apparentemente separati ma con molti punti in comune e, grazie al filtro dell'esperienza lavorativa dell'autore nel settore del turismo, cercare di capire come il modo di "comunicare indirettamente" un paesaggio (naturale o culturale) attraverso film e spot pubblicitari, sia spesso determinante nel creare la propensione al viaggio.
L'operazione è consistita in una selezione accurata di film e spot pubblicitari, di cui si è cercato di valutare l'aderenza al presupposto ipotetico che le immagini sono un fenomeno in grado di condizionare scelte indispensabili all'attività turistica.
Questa ricerca è però volutamente limitata alla Toscana, anzi ad alcuni luoghi canonici della Toscana, sia per motivi di frequentazione professionale sia anche in quanto vere e proprie icone riconoscibili e riconosciute del turismo nazionale e internazionale: Firenze, Siena, San Gimignano, il Chianti, luoghi turistici per eccellenza e non da ora.
Nel procedere all'analisi di scene, sequenze e inquadrature ritenute significative e nel focalizzare l'attenzione su quelli che possono considerarsi gli stereotipi della toscanità, abbiamo cercato di utilizzare strumenti interpretativi differenti per rendere più evidenti i meccanismi profondi che stanno alla base della scelta di viaggio del turista.
Abbiamo poi anche cercato di verificare come in alcuni casi la comunicazione del territorio toscano "indiretta" ma spesso non casuale, funzioni meglio che in altri, e che in molti dei testi audiovisivi analizzati ci sia una priorità e una funzionalità del testo rispetto al paesaggio e non viceversa.
Pur essendo, quella turistica, un'attività da sempre contaminata dalla letteratura, si è cercato di verificarne lo stato dell'arte: infatti il turista di oggi è cambiato, è sempre di più un turista "emozionale" e la pulsione, le motivazioni, che lo spingono a scegliere una destinazione sono diverse e possono essere indotte da vari fattori, sia "personali", facenti parte delle sue esperienze di consumo di immagini massmediatiche, sia "indotti" da più o meno sofisticate macchine di marketing turistico (pubblico e privato) che credono sempre di più nell'importanza di attrarre flussi sfruttando abilmente le immagini.
Per questo abbiamo infine provato a fare il punto su una modalità di viaggio turistico che, per i motivi elencati prima, sta diventando sempre più importante: il cineturismo, fenomeno abbastanza recente ma complesso e variegato che pone diverse questioni ancora irrisolte, mettendo in discussione in alcuni casi la "pianificazione dello sguardo" e creando i presupposti per la "distruzione dell'immaginario".

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 5 - Introduzione L'analfabeta di domani è colui che non sarà in grado di leggere l'immagine (László Moholy-Nagy) Ecco la definizione di immagine, di ogni immagine: l'immagine è ciò da cui io sono escluso (Roland Barthes) In un'epoca che è stata definita a torto o a ragione "civiltà dell'immagine" e nello stesso tempo in cui la velocità in tutti i settori della nostra vita è diventata un obbligo so- stanziale, non si può fare a meno di osservare che l' "immagine in movimento" della pel- licola cinematografica è lo specchio dei tempi che viviamo: il treno dei fratelli Lumière che "travolge" gli spettatori è così reale da diventare un simbolo archetipico dell'unione di immagine e movimento. Del resto, capovolgendo questo assioma, il turismo "globalizzato" sta diventando sempre di più "movimento per le immagini", se è vero che alcuni luoghi sono in grado di suscitare emozioni e passioni tra gli spettatori di un film. La globalizzazione (o più esattamente, l'interdipendenza tra i vari Paesi e la rete glo- bale in cui tutti siamo connessi) se da una parte ha senz'altro favorito anche gli sposta- menti per diletto, trasformando mete lontane in periferie vicine del villaggio globale, dall'altra ha creato «il luogo dell'esotismo addomesticato, un'attrattiva alla portata di chi- unque possa permettersi un viaggio organizzato o un'antenna parabolica» 1 . In questo lavoro ci occuperemo perciò di turismo, soprattutto nella sua declinazione di categoria esperienziale, perché indotti a viaggiare inconsciamente stimolati dall'imma- gine d'un luogo come siamo indotti ad acquistare un prodotto di uno spot pubblicitario. 2 1 G.Belli, Introduzione in F. Bonami (a cura di) Universal Experience, Lo sguardo del turista - catalogo della mostra del MART di Rovereto, 11 febbraio – 14 maggio 2006, organizzata dal Museum of Contemporary Art, Chicago. 2 Scrive U. Eco: «per quanto distratto, il turismo rappresenta un modo in cui molti si riappropriano del mondo. Solo che una volta l'e- sperienza del viaggio era decisiva, si tornava diversi da come si era partiti, mentre ora s'incontrano solo reduci che non sono stati mi-

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi